AMD Ryzen 5 1600X vs 2600X vs 3600X vs 5600X

Negli ultimi anni, i processori Ryzen di AMD sono diventati un importantissimo punto di riferimento del settore dei PC da gaming. Processori come i Ryzen 1600X, 2600X, 3600X e 5600X, grazie ai prezzi e bassi ed alle ottime prestazioni, sono diventati delle scelte spesso obbligate per gamers che, confrontando le varie CPU disponibili, hanno scelto le proposte di AMD

Il numero di utenti che, in fase di definizione della propria configurazione, sceglie una CPU di AMD, preferendola ad una Intel, è in costante crescita e questo avviene in fascia bassa, media e alta. I fattori che determinato questa scelta sono diversi. Dal rapporto qualità/prezzo alle prestazioni in game e fino ad arrivare alla possibilità di sfruttare performance migliori in altre applicazioni, la scelta di una CPU Ryzen è sempre più frequente.

Ma come si sono evoluti i processori Ryzen di AMD nel corso degli anni? La prima generazione di CPU Ryzen per PC desktop è arrivata sul mercato nella metà del 2017. Successivamente, dopo più di un anno, AMD ha lanciato i Ryzen 2000, basati su microarchitettura Zen+ a 12 nm. Nel corso del 2019 sono arrivati i Ryzen 3000 con Zen2 a 7 nm mentre sul finire del 2020 sono partite le vendite dei Ryzen 5000 con Zen3 a 7 nm (i Ryzen 4000 per desktop sono stati un refresh della generazione precedente e sono arrivati solo per gli OEM).

Nel corso di quasi quattro anni, l’evoluzione delle CPU di AMD è stata significativa, in particolare per quanto riguarda l’utilizzo in un PC da gaming. Nei giochi moderni, la CPU è sempre più importante e l’evoluzione dei Ryzen ha garantito un costante miglioramento di prestazioni. Per chi utilizza programmi di streaming o sfrutta il proprio PC con applicazioni di vario tipo (editing di foto e video, software professionali di vario tipo etc.) poter contare su processori che, di generazione in generazione, migliorano in modo sensibile è importante.

Per chiarire come si sono evoluti i processori Ryzen di AMD e, in particolare, in che modo sono cambiate le performance nel gaming andremo, di seguito, ad analizzare il comportamento delle principali CPU. Il confronto verterà, infatti, sui Ryzen 1600X, 2600X, 3600X e 5600X. Si tratta di quattro CPU caratterizzate dalla stessa configurazione (6 core e 12 thread) e dalla stessa denominazione “Ryzen 5“. L’analisi delle prestazioni di questi processori conferma il modo in cui AMD ha migliorato, di anno in anno, i suoi processori.

Ryzen 1600X vs 2600X vs 3600X vs 5600X – Schede tecniche a confronto

Prima di entrare nei dettagli delle prestazioni dei Ryzen 1600X, 2600X, 3600X e 5600X, andiamo brevemente a riepilogare e mettere a confronto le schede tecniche dei quattro processori. Come sottolineato precedetene, le quattro CPU di AMD hanno conservato la stessa configurazione (oltre che un posizionamento molto simile per quanto riguarda il prezzo di vendita).

I miglioramenti prestazionali registrati nel corso degli anni dalle CPU di AMD sono legati all’evoluzione dell’architettura ed a processi produttivi sempre più affinati. La possibilità di ridurre i consumi e le temperature e aumentare le frequenze d’esercizio (mantenendo frequenze di turbo per un tempo più lungo) si traduce prestazioni migliori in tutti i contesti di utilizzo e, in particolare, nel gaming.

1600X1600X3600X5600X
Architettura:ZenZen+Zen2Zen3
Socket:AM4AM4AM4AM4
Core:6666
Threads:12121212
L3 Cache:16 MB16 MB32 MB32 MB
Frequenza base:3.6 GHz3.6 GHz3.8 GHz3.7 GHz
Frequenza turbo massima:4.0 GHz4.2 GHz4.4 GHz4.6 GHz
TDP:95 W95 W95 W65 W
Overclock:

I benchmark in gioco

Per confrontare le prestazioni dei Ryzen 1600X, 2600X, 3600X e 5600X è possibile andare a considerare le performance garantite, a parità di tutte le altre prestazioni, da queste quattro CPU. L’analisi degli FPS medi è un parametro molto indicativo che consente di valutare il comportamento delle varie generazioni di processori Ryzen nel gaming.

 Il confronto tra Ryzen 1600X, 2600X, 3600X e 5600X è anche un confronto tra processori che, nel corso degli anni, hanno occupato una fascia di prezzo (quella intorno ai 300 euro) che solitamente è quella scelta dalla maggior parte degli utenti in fase di composizione della propria configurazione.

La prima generazione, rappresentata dal Ryzen 1600X, già dal debutto convinse utenti e critica grazie alle ottime prestazioni generali e, soprattutto, ai costi contenuti. Il passaggio al Ryzen 2600X, come confermato dai benchmark, è stato un importante passo in avanti generazione. Il confronto tra le due CPU, infatti, vede il 2600X registrare un miglioramento di circa il +12% delle prestazioni.

Il salto generazione registrato con il 3600X è stato ancora superiore, a tutto vantaggio dei giocatori. Rispetto al 2600X, infatti, il 3600X garantisce un upgrade prestazionale di circa il +15%. Il salto in avanti delle prestazioni è considerevole anche andando a considerare il passaggio dalla prima alla terza generazione. In questo caso, le CPU Ryzen garantiscono un miglioramento di oltre il 32%.

Il passaggio a Zen3 ed al nuovo Ryzen 5600X conferma la crescita delle prestazioni delle CPU di AMD. Il lavoro svolto dall’azienda nell’affinare il suo processore a 6 core e 12 threads è stato pregevole. I benchmark premiano il 5600X, evidenziandone gli ottimi risultati nel confronto con i suoi predecessori. Rispetto al 3600X, infatti, il miglioramento medio è del +22%.

Complessivamente, il lavoro svolto da AMD in questi anni è stato notevole. Il passaggio dal primo Ryzen 1600X al più recente Ryzen 5600X, benchmark alla mano, consente di ottenere un upgrade prestazionale notevole. A parità di tutti gli altri componenti del PC e continuando a poter contare su di una configurazione a 6 core e 12 threads, il 5600X garantisce un miglioramento delle prestazioni di oltre il +60%.

Il salto generazione tra i vari processori Ryzen è, quindi, anche un salto prestazionale notevole. Nel corso degli anni, le CPU di AMD sono migliorate notevolmente ed il nuovo 5600X garantisce un ulteriore upgrade consistente in termini di performance rispetto al suo predecessore.

ryzen benchmark

Ryzen 1600X vs 2600X vs 3600X vs 5600X– Conclusioni: Conviene aggiornare?

I benchmark effettuati con tanti recenti e particolarmente “esigenti” in termini di risorse confermano l’evoluzione prestazionale registrata dalle CPU di AMD. Il passaggio dal “primo” Ryzen 1600X al più recente Ryzen 5600X certifica il lavoro svolto dall’azienda. AMD, nel corso degli anni, è riuscita ad ottimizzare e migliorare le sue CPU, proponendo agli utenti soluzioni sempre più efficienti e prestanti.

Numeri alla mano, quindi, il passaggio da un Ryzen 1600X ad un Ryzen 5600X può essere una scelta giusta. L’incremento in termini di FPS è considerevole e può essere considerato come un motivo giusto per aggiornare la propria configurazione dopo qualche anno. Anche il passaggio da una generazione all’altra delle CPU di AMD è significativo. Il miglioramento di prestazioni tra il 3600X e il 5600X, sebbene non così evidente come nel confronto con la prima generazione, è innegabile.

Il più recente 5600X non è certo un refresh o un aggiornamento secondario da parte di AMD. Si tratta di un upgrade considerevole. La più recente proposta di AMD in questo particolare segmento di mercato, quello delle CPU di fascia media, ha tutte le carte in regola per diventare il riferimento di una nuova configurazione da gaming per svariati anni. Aggiornare il proprio PC e passare alle ultime proposte da AMD può, quindi, essere una mossa vincente.

Per il momento, è ancora presto per valutare quali saranno le future evoluzioni della gamma di processori di AMD. Un futuro Ryzen 6600X dovrebbe presentare Zen4 e una micro architettura a 6 nm. Da notare, inoltre, che AMD potrebbe abbandonare la configurazione 6/12 per passare a 8/16 andando a incrementare ulteriormente le performance nella fascia di prezzo considerata.

In ogni caso, i salti generazionali registrati in questi anni per le CPU di AMD sono stati considerevoli. Senza considerare quello che succederà in futuro, effettuare un aggiornamento del processore oggi è una scelta sicuramente valida. Staremo a vedere, in un futuro ancora abbastanza lontano, quali saranno le mosse di AMD per i nuovi Ryzen.

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti

Ryzen 9 3900X vs i9 9900K

Ryzen 9 3900X vs i9-9900K: Qual è il migliore? – Prestazioni a confronto

Dopo aver messo a confronto le proposte di AMD e Intel nelle fasce di prezzo economica e media, oggi ci spostiamo nella fascia alta confrontando …

PC Gaming 600-650 euro: Migliori configurazioni Intel e AMD | Giugno 2021

Con un PC Gaming 600-650 euro si inizia veramente a fare sul serio, se con la nostra configurazione gaming da 500 euro i compromessi grafici …

Ryzen 5 3600 vs i5 9400F

Ryzen 5 3600 vs i5-9400F: Qual è il migliore? – Prestazioni a confronto

I tempi in cui Intel aveva il pieno controllo del mercato delle CPU sembrano oramai passati, negli ultimi anni AMD ha recuperato molto terreno proponendo …

Hai domande o vuoi una build personalizzata? Contattaci