L’attuale tecnologia dei monitor, ha avuto una progressione drastica nel corso del tempo, specialmente negli ultimi due anni. I monitor da gaming per PC, vantano un’ampia varietà in termini di prezzo, funzioni e specifiche. Può ben quindi essere difficile scegliere il modello più attinente al proprio utilizzo, fra l’ampia offerta disponibile. Tramite questo articolo, vi elencheremo i migliori monitor 2K e 4K da gaming, disponibili sul mercato, includendo anche i modelli con frequenza da 144Hz ed aspect ratio ultra wide.

Monitor da gaming per PC – Le tecnologie attualmente in uso

Gli attuali monitor da 2K e 4K da gaming, ma anche quelli con risoluzione più bassa, usufruiscono di tecnologie in grado di migliorare sensibilmente la qualità di riproduzione delle immagini, la nitidezza, la fluidità e la frequenza d’aggiornamento.

G-Sync e FreeSync – Le tecniche per la sincronizzazione sviluppate da nVidia e AMD

Con lo scopo di migliorare sempre più la “fermezza” delle immagini, riducendo in maniera drastica lo sfarfallio, ormai ridotto ai minimi termini dall’inizio dell’era degli schermi piatti, aumentando al tempo stesso la fluidità, entrambe le aziende nVidia e AMD, hanno sviluppato le proprie tecnologie in tal senso, adesso diffuse nella maggior parte dei monitor da gioco.

gsync

La tecnologia G-Sync di nVidia, consiste in un modulo hardware integrato nei monitor che utilizzano il brevetto proprietario dell’azienda, in grado di consentire la sincronizzazione della frequenza d’aggiornamento con il numero di fotogrammi al secondo generati dalla scheda video del PC. La tecnica permette in questo modo di eliminare lo screen tearing, un problema di riproduzione delle immagini, che causa la comparsa di più frame diversi contemporaneamente sul monitor, facendo comparire righe orizzontali che rovinano la fluidità delle immagini.

In maniera analoga a G-Sync, la soluzione di AMD che prende il nome di FreeSync, oltre ad implementare la stessa tecnica, elimina la componente interna integrata nel monitor. La tecnologia infatti, è gestita in maniera diretta dai driver della scheda video e dal firmware del monitor, rendendo superflui moduli supplementari.

monitor 2K

La tecnologia FreeSync di AMD, è basata su una specifica dello standard Display Port, che prende il nome di Adaptive Sync. Questa soluzione, permette un risparmio sul prezzo ultimo del monitor che la implementa, dato che sarà necessario soltanto un firmware ad hoc, specificatamente pensato per gestire il FreeSync. La tecnologia tuttavia, non riesce ad eguagliare la qualità rispetto alla concorrenza.

Monitor 144Hz – i vantaggi dell’elevato valore di refresh rate

Come ben risaputo, la frequenza d’aggiornamento di un monitor, è la velocità con cui quest’ultimo rinnova il fotogramma dell’immagine. Più alta è la frequenza, più veloce sarà la velocità di aggiornamento delle immagini che di conseguenza risulteranno più fluide e piacevoli da guardare.

Un valore di frequenza di aggiornamento sufficiente a rendere soddisfacentemente fruibili da guardare le immagini, dipende dalla tipologia d’impiego. Al cinema per esempio, è sufficiente una frequenza di 24Hz, mentre i vecchi standard PAL e NTSC funzionavano rispettivamente alla frequenza di 50 e 60Hz. Un tipico monitor per PC, avrà una frequenza d’aggiornamento che parte da 60Hz, ma che può anche raggiungere i 240Hz negli ultimi modelli pensati per il gaming.

monitor 2K

Il raggiungimento di elevati valori per la frequenza d’aggiornamento di un monitor, risulta cruciale nel settore del gaming e non solo, poiché consente allo schermo di garantire la fluidità necessaria, quando il giocatore effettua dei rapidi spostamenti. I moderni mouse da gaming ad alta risoluzione per esempio, sono in grado di segnalare la loro posizione fino a 1000 volte al secondo.

Possedere quindi un monitor con frequenza da 144Hz, può essere determinante se siete dei gamer e avete la necessità di assicurarvi il massimo della fluidità e della responsività nei gameplay, procurandovi un innegabile vantaggio competitivo.

Quantum DOT

Introdotta per la prima volta da Sony e adesso ormai diffusa anche fra i monitor per PC, la tecnologia Quantum DOT, abbreviata in QLED, è una tecnica basata su dei nanocristalli semiconduttori, definiti anche punti quantistici, delle dimensioni poco più grosse di una molecola, in grado di emettere in maniera precisa e stabile qualsiasi colore dello spettro visibile.

monitor 2K

Il vantaggio di tale tecnologia, è la possibilità di ottimizzare in laboratorio i cristalli. L’emissione di ogni colore, è direttamente proporzionale alla dimensione del cristallo stesso, questo significa che prendendo dei Quantum Dots ed illuminandoli di qualsiasi colore, questi ultimi emetteranno una luce relativa al preciso colore che è stato scelto. Posizionando i cristalli su una lastra, sarà possibile ottenere un filtro per la luce, che sarà anche in grado di stabilizzare l’emissione.

monitor 2K

Il risultato di tutto ciò è una gamma di colori più ampia e una fedeltà dei colori pressoché perfetta, eliminando tendenze al blu anche in situazioni di minore luminosità.

Monitor Ultra Wide – L’ultima tendenza nel settore

Basandosi sulle esigenze di alcune fasce di utenti, fra cui anche i gamers, una delle ultime tendenze nel mercato dei monitor è l’aspect ratio 21:9, definito in gergo Ultra Wide. La notevole dimensione orizzontale che li caratterizza, permette di usufruire di maggior spazio per poter meglio gestire contemporaneamente compiti diversi in varie finestre aperte.

Monitor ultra wide

I videogiocatori più “professionali” o semplicemente più appassionati, stanno ultimamente apprezzando il formato 21:9 per la maggior immersione che esso offre per i titoli, oltre che per la fruizione di filmati, ma anche per il FOV notevolmente aumentato, dovuto all’ampia larghezza del monitor.

Migliori monitor 1080p

Migliori monitor 2K (1440p)

Migliori monitor 4K (2160p)

Migliori monitor Ultra Wide (1080p e 1440p)

I migliori monitor 2K e 4K da gaming disponibili sul mercato
5 (100%) 1 vote