NVIDIA, da sempre impegnata in attività di ricerca ed analisi al fine di comprendere al meglio quanto le prestazioni grafiche riescano ad influenzare il gaming e gli eSports, ha recentemente presentato i risultati di una ricerca dal titolo: “Perché avere FPS alti è importante nei giochi d’azione ?”

Quando si giocano a giochi competitivi come Fortnite, CS: GO o PUBG, i giocatori spesso misurano le proprie abilità in base al loro rapporto K/D (da intendersi come Kill /Death). Ciò significa che, in generale, un giocatore con un rapporto K/D alto, tende a vincere  più spesso.

Andando più a fondo nei risultati dello studio, emerge che Tony Tamasi, vice president technical marketing presso NVIDIA, mette il luce l’esistenza di una correlazione tra FPS e rapporto K/D e come tanto più il primo valore è elevato, quanto più facile è che anche il secondo valore incrementi. Nel report sono elencate infatti le principali ragioni per cui un valore al di sopra di  60FPS porta chiari vantaggi ai giocatori:

  • Animazioni più fluide aiutano a monitorare più facilmente gli obiettivi
  • Ridurre effetti come ghosting e tearing aiuta a ridurre le distrazioni durante le sessioni di gioco
  •  Una minore latenza del sistema aiuta a vedere i bersagli con più chiarezza.

Con l’altissimo valore di FPS che si riesce ad ottenere con una GPU e l’ high refresh rate di un monitor da 240 Hz, è possibile vedere chiaramente come caratteristiche di questo tipo costituiscano un vantaggio competitivo per tutti i gamers.

Ultimo aggiornamento il 10/05/2020 4:03