Ecco una domanda che da sempre i gamer di tutto il mondo si sono posti ma non hanno mai osato immaginarsi la risposta: quale CPU è ideale per cuocere pancake? A rispondere finalmente a questa annosa domanda ci pensa Tom’s hardware.

Sostanzialmente, l’esperimento è semplice: consiste nel cercare di sfruttare il calore prodotto da una CPU per scaldare un padellino in cui vi si risiede la pastella, che una volta cotta dovrebbe formare un soffice pancake.

I due contendenti principali sono ovviamente Intel e AMD. Nello specifico, processori per HEDT (High-End Desktop), l’Intel Core i9-9980XE e l’AMD Threadripper 2990WX. E il vincitore, a quanto pare, è proprio la CPU marchiata Intel.

Infatti, i geniacci di Tom’s sono riusciti a portare la temperatura della CPU Intel a 105 °C, disabilitando il sistema di protezione del processore, e a mantenerla costante per un tempo sufficiente a cuocere il pancake. AMD invece, purtroppo in questa prova non se l’è cavata, non solo perché non permetteva di disabilitare la protezione, ma perché una volta raggiunta una certa temperatura, comunque insufficiente per la cottura, il sistema è morto e non si è più riacceso. Ma non è noto se è saltata la scheda madre o il processore stesso.

Ovviamente, a parte la natura goliardica dell’esperimento, rimane interessante per osservare la resistenza alle alte temperature dei processori. Ovviamente, non è un esperimento da fare a casa…