L’utente “Madjoki”, di Resetera, a quanto pare ha scoperto che l’Epic Launcher raccoglie informazioni relative ai file di Steam sulla propria macchina. Entrando nel dettaglio, al momento dell’avvio dell’applicazione, cerca l’installazione di Steam e recupera l’elenco degli amici, la cronologia dei giochi e i file di salvataggio dei giochi sullo Steam Cloud, di qualunque utente che abbia fatto accesso su tale PC.

L’Epic Launcher è interessato dunque a cercare il file localconfig.vdf di Steam e a farne una propria copia di backup criptata personale, file che poi viene usato dal launcher qualora l’utente decidesse di importare i propri amici da Steam.

Naturalmente molti utenti sono abbastanza frustrati, e si sentono come se Epic li stesse spiando, rafforzando la convinzione che sotto sotto l’Epic Launcher altro non sia che uno spyware.

La risposta da parte di Epic non s’è fatta attendere, e ha spiegato che l’Epic Launcher raccoglie tali informazioni solo se l’utente fornisce solo l’autorizzazione esplicita a farlo. Questo permette loro di tracciare le statistiche dei giocatori e permettere loro di migliorare il programma Support-A-Creator per pagare gli sviluppatori. Questo vale anche per le informazioni che raccoglie circa la propria macchina (CPU, GPU, ecc.).

Tuttavia, il CEO di Epic, Tim Sweeney, ha spiegato su Reddit che l’Epic Launcher dovrebbe raccogliere informazioni sull’utente solo dopo aver dato il suo consenso, non prima, e che dunque cercherà di sistemare la cosa nel più breve tempo possibile, confermando che il programma cerca i file di Steam senza il consenso dell’utente. Inoltre, ha spiegato che accede alla lista amici direttamente tramite file localconfig.vdf e non tramite le API che Valve fornisce per motivi meramente di sicurezza, in quanto queste API potrebbero recuperare più informazioni di quante ne realmente servano.

Valuta