Acer XV273K colma il divario tra frequenze e risoluzioni elevate, combinando un pannello “economico” 4K a 144Hz. Disponibile da poco più di un mese, il nuovo monitor Acer viene venduto a 999 euro, meno della metà del precedente monitor 4K 144Hz dell’azienda.

Design e caratteristiche estetiche

Acer XV273K segue le linee del suo fratello X27, un design moderno ma aggressivo degno dello spirito Predator. La scocca è completamente nera opaca con una striscia a LED nella parte inferiore, purtroppo ci sono delle corpose cornici ma sono perdonabili considerando le altre caratteristiche. Insieme al monitor sono incluse alcune coperture rimovibili che proteggono il display dai riflessi e migliorano la concentrazione quando si gioca o lavora.

Il monitor ha uno stand simile ad altre proposte gaming, assicura stabilità ma occupa molto spazio sul piano d’appoggio, per fortuna si può smontare ed installare un supporto personalizzato VESA 100 x 100. È possibile inclinare, ruotare e ruotare lo schermo per un utilizzo ergonomico, inoltre il pannello ha una rifinitura leggermente opaca antiriflesso per affaticare meno la vista.

Sula lato sinistro è presente un HUB USB 3.0 con due porte facilmente accessibili, mentre sulla parte destra troviamo il joystick OSD e vari pulsanti per cambiare le impostazioni.

Acer XV273K non è limitato dal modulo HDR G-Sync, per questo sono presenti diverse porte video, due DisplayPort 1.4 e due HDMI 2.0. Attenzione che solo collegando due cavi DiplayPort è possible godere della risoluzione 4K a 144Hz con il massimo della gamma cromatica, invece l’HDMI è limitata a 120Hz.

Display e prestazioni

Acer XV273K sfoggia un pannello IPS Quantum Dot con risoluzione 3840 x 2160, frequenza di aggiornamento di 144 Hz e tempo di risposta dichiarato di 4ms (1ms in modalità VRB). Viene specificato un rapporto di contrasto 1000: 1 e una retroilluminazione 400cd / m2, sufficiente per essere certificato con il minimo standard VESA HDR 400. Rispetto al suo fratello X27, perde la retroilluminazione FALD con relativo supporto HDR1000, per il resto rimangono molto simili.

XV273K è in grado di riprodurre accuratamente i colori grazie al 90% dello spazio colore DCI-P3 e un Delta E inferiore a 1. Con il nostro colorimetro abbiamo rilevato una copertura del 132% sRGB e circa 97% della gamma DCI-P3. Anche come contrasto, 1070:1, il valore è in linea con quello dichiarato dall’azienda, mentre i 440cd / m2 di luminosità sono sufficienti per offrire un discreto risultato con contenuti HDR.

Utilizzando una pannello IPS, gli angoli di visioni sono estremi, non c’è traccia di color shifting o altro artefatto. Purtroppo una cosa negativa di ogni monitor IPS sono i neri, che risultano più dei grigi scuri. L’uniformità nel complesso è buona e il BLB
non è tragico come altri monitor da gioco
, comunque rimane sempre una lotteria anche se dovrebbe avere un migliore controllo qualità.

Grazie ai 144Hz e al tempo di risposta, il ghosting è minimo anche nei giochi competitivi. Ovviamente non sarà mai come un TN, ma è abbastanza reattivo per la maggior parte dei videogiocatori. Il monitor supporta AMD Free-Sync per migliorare ancora di più la reattività e rimuovere il fastidioso tearing, inoltre è un dei pochi ad essere certificato anche NVIDIA G-Sync. Con entrambi i due brand di GPU non si hanno problemi, il monitor viene subito riconosciuto e funziona alla perfezione. Attenzione che il FreeSync funziona solo da 48 Hz a 120 Hz a risoluzione 4K, se si vogliono i 144Hz bisogna abbassare la risoluzione a 2560 x 1440.

Acer XV273K integra anche la funzione VRB o Visual Response Boost, questa consente di ridurre ancora di più le sfocature delle immagini in movimento, ma con un aumento considerevole della retroilluminazione oltre a non consentire l’utilizzo di FreeSync.

Infine l’input lag è ottimo per essere un IPS, abbiamo trovato il display molto reattivo e la differenza con un TN è quasi impercettibile.

Considerazioni finali su Acer XV273K

Acer XV273K è un eccellente monitor e il più economico ad offrire 4K 144Hz, un’acquisto obbligatorio se si cercano assolutamente queste specifiche. Il monitor costa meno della metà dell’X27, ma riesce comunque ad avere ottimi risultati in termini di qualità dell’immagine e reattività. La vera mancanza è la retroilluminazione FALD, utilizzabile solo con i contenuti HDR, ma tutt’ora i contenuti scarseggiano e il supporto è altalenante almeno su PC.

Il vero ostacolo è avere una scheda grafica abbastanza potente per sfruttare al massimo questo display. Gestire una risoluzione 4K a 144Hz è molto impegnativa, serve almeno una GPU high-end se non due, l’unica reale soluzione è la RTX 2080Ti ma bisogna considerare anche il prezzo.

Acer XV273K offe un gran set di funzionalità e ottime caratteristiche, però rimane ancora un prodotto di nicchia e costoso se confrontato con i pannelli 1440p. Certo, abbiamo ad un prezzo più basso il 4K 144Hz, ma è ben lontano da essere accessibile, sopratutto considerando la potenza e il costo delle attuali GPU. Detto questo, XV273K rimane un prodotto di alta qualità e tra i migliori sul mercato per tutti gli appassionati di gaming su PC.

Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 19
Recensione Acer XV273K – Il più economico Monitor 4K 144 Hz
3 (60%) 2 vote[s]