Cooler Master V650 – Recensione/Analisi Tecnica

cooler_master_v650_recensione-1

 

Oggi diamo uno sguardo all’interno dell’alimentatore Cooler Master V650, una delle serie di punta dell’azienda taiwanese caratterizzate dalla cerfiticazione 80Plus Gold.

cooler_master_v650_recensione-4cooler_master_v650_recensione-5

L’alimentatore integra i migliori componenti della Enhance Electronics, azienda tra le leader del mercato alimentatori.

in_top1f4pd6.jpg

Al primo sguardo tra le caratteristiche che contraddistinguono l’alimentatore, possiamo subito notare i condensatori di alta qualità Rubycon, molto simili ai blasonati Nichicon a livello di efficienza.

L’alimentatore in questione è garantito per una linea 12volt da ben 54 Ampere, fattore che le permette di operare a 650watt solo a 12volt e quindi è capace di generare molti più watt tra le vari tensione (+3,3/+12v/+5v).

Come detto in precedenza la coolermaster non ha badato a spese, ed ha richiesto il massimo da E.E., infatti oltre alla stabile linea 12volt ha pensato bene di integrare alcune novità, come un convertitore LLC risonante per gli alti carichi, fattore che migliora l’efficienza generale e permette di avere picchi di calore migliori in exhaust.

La coolermaster tara l’alimentatore sui 40°, in condizioni migliori, il tutto grazie a ben due VRM (voltage regulation modules)

 

in_main_pcb6wr7p.jpg

La scheda madre è una CM02X con filtro EMI, due induttanze ed un MOV.

Le resistenze sono collegate in modo da evitare cadute di tensione, fattore che spesso ad alti carichi compromette gran parte dell’ efficienza.

La E.E. ha ben pensato anche questo, infatti quando le resistenze perdono tensione la scheda madre fa in modo che le resistenze con perdita vengano isolate, continuando a mantenere alti livelli di efficienza.

La scheda madre si presenta molto ben saldata e organizzata, ed oltre i VRM, LLC, da uno sguardo più attento è possibile notiamo come sia introdotta la protezione OTP (Over Temperature Protection), una protezione fondamentale che solo pochi alimentatori di qualità integrano, insieme ai due isolatori di corrente.

in_main_pcb_close_si82apai.jpg

I VRM nel dettaglio

in_transientb_cmd02x5mrfw.jpg

 

Sul termostato di spunto NTC, rispetto al modello V550 è stato inserito un relè, capace di abbassare la soglia di resistenza migliorando l’efficienza.

Il convertitore APFC utilizza due Infineon FET IPP50R280CE e un singolo diodo STTH12R06D. Il condensatore primario è un Rubycon (420V, 470 uF, 105 serie ° C, MXG, 3000h @ 105 ° C),

Anche la E.E. ha cambiato rotta e si è affidata ad un condensatore grande di qualità, piuttosto che due in parallelo come ci ha abituato la Seasonic.

in_apfc_bulk_cap1sqgz.jpg

Due i commutatori principali  Infineon FET IPP50R280CE.

Coolermaster ha lavorato molto sul ripple, ed infatti possiamo notare vari condensatori elettrolitici ad attenuarlo, e grazie anche al lavoro sulle resistenze, l’alimentatore è in grado di lavorare sino a 54A senza alcun problema.

La ventola utilizza un cuscinetto Loop dinamico di tipo FDB (Fluid Dynamic Bearing).

La coolermaster è tra le leader sui sistemi di raffreddamento e dichiara la ventola capace di girare per 160.000 ore.

in_fan1_smallngqgu.jpg

In conclusione questo Cooler Master V650 è un’alimentatore dall’ottima costruzione, che offre un bundle completo e un’efficienza garantita, forse l’unica nota negativa rimane il prezzo troppo elevato per essere appetibile.

cooler_master_v650_recensione-6cooler_master_v650_recensione-7

cooler_master_v650_recensione-2cooler_master_v650_recensione-3

Categorie
RecensioniRecensioni Hardware

Appassionato di videogiochi e hardware fin da piccolo, legato in particolare alla saga di Mass Effect.

ALTRI CONTENUTI