SAPPHIRE Radeon RX 570 PULSE ITX 4 GB – Recensione

Introduzione e Caratteristiche

In attesa di Vega, proviamo la Radeon RX 570, una delle nuove schede video della famiglia Radeon RX 500.

Radeon RX 570 continua ad essere basata sulla quarta generazione dell’architettura Graphics CoreNext, Polaris, con pressochè le stesse caratteristiche della Radeon RX 470. L’unica differenza risiede nel processo produttivo a 14nm, che dopo un anno è stato affinato e ora permette di ottenere frequenze di funzionamento più elevate.

Il modello che abbiamo in prova è la versione SAPPHIRE Radeon RX 570 PULSE ITX da 4 GB GDDR5. Questa versione  ITX ha dimensioni contenute (170 X 112mm), ideali per tutti le persone che vogliono fare un PC da gioco compatto. Il dissipatore total black ha due heatpipe in rame con un raffreddamento a singola ventola e occupa due slot.

Le frequenze di funzionamento sono rispettivamente di 1244 MHz in Boost per la GPU e 1750 MHz (7000 MHz effettive) per le memorie. L’alimentazione è affidata ad un connettore a 6 pin, mentre come uscite video sono presenti: una DVI-D, una HDMI 2.0 e una DisplayPort 1.4.

Vengono supportate le più recenti e future risoluzioni tra cui: 1080p @240Hz, 1440p @240Hz, 4K @120Hz o perfino 1440p @190Hz “ultrawide”. Ma anche l’HDR e codifica/decodifica hardware per la registrazione 4K utilizzando il codec H.265.

Inoltre sono compatibili le ultime tecnologie di casa AMD come FreeSync, Eyefinity, Crossfire, Radeon Chill e Radeon Relive. Come ogni scheda GCN e in particolare Polaris, l’architettura è ottimizzata per le prossime/attuali API grafiche, DirectX 12 e Vulkan.

Dimensioni: RX 470 NITRO+ vs RX 570 PULSE ITX

Categorie
RecensioniRecensioni HardwareSchede video
Matteo Carrara

Appassionato di videogiochi e hardware fin da piccolo, legato in particolare alla saga di Mass Effect.

ARTICOLI CORRELATI

LIVE NOW! CLICK TO VIEW.
CURRENTLY OFFLINE