Indice

Introduzione

Call of Duty è da diversi anni una serie sulla cresta dell’onda che, nonostante le avversità di una buona fetta di videogiocatori, è sempre riuscita a ritagliarsi una fetta importante di mercato. Anche Black Ops 4, l’ultimo episodio della saga, non si è sottratto a questo leitmotiv e, tra critiche per l’assenza di una campagna e notizie di grandi numeri di copie vendute, è approdato sui nostri PC, pronto ad essere sviscerato in ogni dettaglio. Treyarch con questo capitolo ha abbandonato completamente la modalità single-player, proponendoci però al contempo tre corpose varianti a più giocatori. Se del classico multiplayer e della modalità zombie siamo però avvezzi da tempo, Blackout è una novità assoluta, almeno per quanto riguarda l’opera di Activision. Blackout è infatti una rivisitazione “alla COD” dei battle royale, con tanto di veicoli e customizzazione dei personaggi. L’offerta sul piano ludico sembra insomma essere molta, e anche di qualità. Come si comporterà però Call of Duty: Black Ops 4 sui nostri PC? Riusciremo ad avere delle buone prestazioni senza sacrificare eccessivamente la qualità?

Comparto tecnico, Impostazioni e Requisiti di sistema

Poco c’è da dire sulle possibilità di customizzazione offertaci da Call of Duty: Black Ops 4. Difficilmente abbiamo infatti visto un così grande ventaglio di possibilità, ventaglio che ci permette di far rendere al meglio il nostro computer e al contempo di avere un’esperienza di gioco adatta a qualsiasi esigenza. Una lunga serie di opzioni per quanto riguarda la qualità dell’illuminazione, delle ombre, delle texture e di molto altro ancora rendono infatti Black Ops 4 altamente versatile e polimorfo. Antialiasing, occlusione ambientale, Motion Blur e sincronia verticale completano poi un quadro di cui difficilmente qualcuno troverà qualcosa di cui lamentarsi e sottolineano la grande attenzione posta dagli sviluppatori in questa versione PC. Purtroppo Treyarch in Call of Duty: Black Ops 4 non mette a nostra disposizione una serie di preset, rendendoci completamente responsabili delle impostazioni grafiche. Una mancanza sicuramente non troppo grave ma che potrebbe creare qualche grattacapo di troppo agli utenti meno esperti.


Ecco i requisiti minimi e consigliati per il titolo.

Minimi:
Sistema operativo: Windows 7 64-Bit
Processore: Intel Core i3 4340 o AMD FX 6300
Memoria: 8 GB di RAM
Scheda video: Nvidia GeForce GTX 660 2 GB / GTX 1050 2GB o AMD Radeon HD 7950
DirectX: Versione 11

Consigliati:
Sistema operativo: Windows 10 64-bit
Processore: Intel i5-2500K or AMD Ryzen R5 1600X
Memoria: 12 GB di RAM
Scheda video: Nvidia GeForce GTX 970 / GTX 1060 6GB o AMD Radeon R9 390 / AMD RX 580
DirectX: Versione 11

Confronto tra preset

Purtroppo in Call of Duty: Black Ops 4 non sono presenti i preset di default e ne abbiamo quindi creati alcuni noi. Mentre ad Alto e Basso abbiamo impostato le varie opzioni ai livelli rispettivamente più alti e bassi possibile, a medio abbiamo cercato di creare una situazione intermedia tra le due.

Tra Alto e Medio non troveremo grandi differenze e, considerando anche la grande frenesia del titolo, sarà difficile accorgersene. D’altro canto i frame per secondo salgono di qualche decina di unità, permettendoci di ottenere prestazioni decisamente migliori di fronte ad un sacrificio non eccessivo.

Confronto Alto-Medio
Confronto Alto-Medio

La differenza tra Medio e Basso si fa invece sentire, con una qualità di texture, ombre e effetti decisamente minore. L’impatto visivo è di basso effetto, l’illuminazione perde ancora più mordente e compaiono inoltre alcuni difetti tecnici. L’aumento di framerate è considerevole ma il prezzo da pagare è decisamente elevato.

Confronto Medio-Basso
Confronto Medio-Basso

Ecco invece qualche panoramica tra i due estremi, Alto e Basso, dove possiamo ancor meglio osservare il divario tra di essi.

Confronto Alto-Basso
Confronto Alto-Basso

Performance

La nostra macchina di prova è munita di un processore i5-8600K @ 3.60GHz, una GTX 1070ti con 8GB di VRAM e 16GB di RAM. Per eseguire i benchmark il gioco è stato testato alla risoluzione di 1920×1080 e le impostazioni utilizzate sono quelle descritte nel paragrafo precedente.

Per analizzare a fondo le performance di Call of Duty: Black Ops 4 è necessario mettere subito in chiaro come il classico multiplayer sia decisamente più leggero rispetto alle modalità Blackout e Zombie. Il che è ovviamente dovuto a delle mappe di dimensione decisamente maggiore e ad un numero più elevato di personaggi su schermo. Questa disparità di performance non deve però ingannare eccessivamente. Se il multiplayer classico di Black Ops 4 gira agevolmente sulle vostre macchine difficilmente avrete infatti prestazioni scomode sulle altre modalità, giusto qualche manciata di fps in meno. Una differenza, insomma, di cui tenere conto ma per la quale non è necessario strapparsi i capelli. Per quanto riguarda il framerate più in generale possiamo invece sottolineare come il lavoro di Treyarch e Activision sia stato sicuramente buono e, grazie anche alle precedentemente citate opzioni grafiche, potremo godere di un ottima esperienza anche con un hardware non di ultimo grido. Il che, purtroppo, non vuol dire che Call of Duty: Black Ops 4 sia un titolo leggero ma decisamente neanche troppo pesante. Per raggiungere la giocabilità a 4k o i 144 fps sarà comunque ovviamente necessario non lesinare sulla propria configurazione.

Se questa è quindi la situazione sulle schede Nvidia, in particolare con la GTX 1070ti, è necessario fare una piccola digressione sulle GPU di casa AMD, dove la situazione è particolarmente rosea. Call of Duty: Black Ops 4 gira infatti in modo eccellente sulle VGA “rosse”, permettendo addirittura ad una Vega 64 di avere performance di poco inferiori a una ben più costosa e sponsorizzata GTX 1080ti.

Conclusioni

Un titolo come Call of Duty: Black Ops 4, first person shooter esclusivamente online, necessita di una grande solidità e fluidità di fondo. Nonostante qualche calo di framerate nelle situazioni più concitate possiamo comunque affermare come Treyarch sia riuscita a creare una versione pc che difficilmente deluderà molti videogiocatori. La grande rosa di opzioni grafiche permette infatti a quasi chiunque di poter ricreare il proprio setup definitivo, sacrificando qualità visiva o prestazioni a completa discrezione dell’utente. Per quanto riguarda l’aspetto più puramente grafico Call of Duty: Black Ops 4 non delude e, nonostante si sia visto decisamente di meglio negli ultimi tempi su PC, riesce comunque a regalare qualche scorcio degno di nota. Siamo quindi contenti di poter affermare come il lavoro svolto da Activision e Treyarch su Black Ops 4 sia di ottimo livello, almeno sul piano tecnico.

Ecco a voi, per concludere, il video dei primi minuti di gioco registrati in 4K ad Ultra. Buona visione!

Call of Duty: Black Ops 4 – Recensione come gira su PC
5 (100%) 1 vote[s]