ASUS ROG STRIX Z270F GAMING – Recensione

Già in passato ASUS aveva abbinato una scheda madre appartenente alla famiglia ROG alla nuova linea STRIX, una strategia per cercare di rendere il prezzo di prodotti posizionati normalmente nella fascia alta, più accessibile anche all’utenza media. Possiamo dire sia stato un grande successo e ASUS ha voluto affermare il marchio STRIX come parte essenziale della loro gamma anche con il chipset Z270 progettato per le nuove piattaforme Intel Kabylake.
Oggi andremo ad analizzare nei particolari la ASUS ROG STRIX Z270F GAMING.
La scheda ci viene fornita in una scatola con il logo Strix mentre sul retro ritroviamo il layout della scheda madre con le specifiche.

Al suo interno troviamo un cd driver con i software di utilizzo, il manuale utente, uno SLI bridge per configurazioni in dual GPU, due viti per il montaggio delle stampe 3D, un set di adesivi ROG STRIX, quattro cavi SATA, ROG montagne, due viti per l’installazione di SSD M. 2, uno shield I/O, uno strumento per l’installazione della CPU, delle etichette per cavi serie ROG e un cavo di prolunga LED RGB.

La nuova nata della famiglia Strix si avvale di 8 fasi di alimentazione CPU e 2 fasi dedicate per l’ iGPU, un controller PWM avanzato e si avvale di ottimi componenti di qualità come condensatori giapponesi 10K, induttanze in lega per garantire minori temperature anche sotto carico estremo.
La scelta del design è interessante, ci colpiscono molto i dissipatori, alluminio grigio spazzolato di generose dimensioni, che si legano molto bene ad un PCB nero opaco con texture bianche e condensatori dorati.

Il comparto RAM prevede 4 slot che supportano fino a 64GB DDR4 non-ECC un-buffered in configurazione dual-channel, con frequenze che raggiungono 3866MHz in OC e tramite profilo XMP.
Per alimentare la scheda madre e la CPU vengono usati un connettore da 24-pin ed uno da 8-pin
A bordo troviamo 6 connettori a 4 pin che supportano le modalità DC e PWM per il reparto ventole, questo si traduce nella possibilità di personalizzare i valori RPM utilizzando
Fan Xpert4 o impostando una curva automatica direttamente dal bios.
In modalità DC il connettore amplificato supporta sino ad 1A per ventola e sino a 3° in modalità PWM, utile in configurazioni che utilizzano ventole ad alte prestazioni

È presente anche un connettore CPU_FUN OPT che garantisce l’assoluto controllo dei regimi di velocità delle pompe su sistemi di dissipazione AIO.
Dispone inoltre di due connettori AURA RGB dedicati, per collegare a nostro piacimento delle strisce LED  e rendere unico il nostro PC.
Infatti grazie al software Aura possiamo personalizzare l’aspetto della scheda madre e del case, scegliendo tra 9 effetti differenti preimpostati. Possiamo anche cambiare l’illuminazione in base alla temperatura della CPU o del ritmo della musica che stiamo ascoltando.
Purtroppo l’illuminazione RGB sulla scheda madre è limitata al solo copri mascherina, ci saremmo aspettati, come presenti su altri brand, un implemento di tale feature anche sui reparti audio e RAM.

La ASUS STRIX Z270F GAMING dispone di sei porte SATA 6Gb/s e due connettori M. 2 (supporta Intel Optane Memory – è necessario un processore Gen 7th) , con grande meraviglia non è presente nessuna connessione U. 2, Thunderbolt 3 o SATA Express.
Gli slot di espansione sono sette, tre slot PCI Express x16, quattro slot PCI Express x1.
Supporta fino a due schede in configurazione Nvidia SLI e tre in CrossfireX.
Gli slot PCI-E per la grafica impiegano la tecnologia ASUS SafeSlot, ovvero un rinforzo metallico per ridurre i rischi di danneggiamento alla struttura aumentandone la resistenza.

Il comparto audio si avvalora della più recente soluzione SupremeFX audio supportato da amplificatori per cuffie con doppia capacità di uscita (2.1Vrms) ed un sistema di guida ad alta impedenza sino a 600 Ohm. I condensatori Nichicon offrono un suono nitido e pulito grazie anche ai De-Pop MOSFET che riducono sensibilmente i rumori e rileva automaticamente l’impedenza delle cuffie che si utilizzano.
Una speciale schermatura ed i canali laterali separati, isolano dai rumori causati da alte frequenze, mantenendo una qualità audio davvero eccellente.
Il pannello posteriore I/O presenta due porte USB 3.1, una di Tipo A ed una di Tipo C, un DVI-D, un DisplayPort, un HDMI, una porta PS / 2 Combo, quattro USB 3.0, una porta Intel i219V Gigabit LAN, 5 jack audio e S/PDIF che supportano un sistema 7.1

[nextpage title=”BIOS & Software”]

ASUS UEFI BIOS è diviso in due modalità, l’ EZ BIOS per gli utenti alle prime armi e una sezione avanzata per chi invece possiede già delle conoscenze tecniche per modificare i parametri a proprio piacimento, soprattutto in caso di overclock

[nextpage title=”CPU & Memoria Benchmarks”]

Il sistema di test utilizza una versione pulita di Windows 10 appena installata su HDD WD Caviar Black 500GB
Windows, BIOS, videogiochi e i programmi da benchmark sono aggiornati all’ultima versione. Tutti i benchmark sono svolti almeno tre volte.
Come processore utilizziamo un i5 7600K con una frequenza di boost forzata a 4.5GHz, RAM Corsair Vengeance LPX 16GB 2400Mhz CL 14 in configurazione dual channel.
I consumi del sistema vengono misurati tramite Wattmetro.

[nextpage title=”Gaming & Consumi”]

I test sui giochi sono stati effettuati con una Zotac GTX 980 Ti AMP! Extreme con i seguenti settaggi:

Risoluzione: 2560×1440
Qualità grafica:Very high
Filtri attivi:
FXAA/HBAO+
16x AF
Tessellation On

[nextpage title=”Conclusione”]

La ASUS ROG STRIX Z270F GAMING ci ha veramente stupito.
Un layout grintoso e futuristico, un bundle di tutto rispetto con diversi software a disposizione, ottima scelta dei materiali e delle componenti, sistema di Overclock intuitivo e facile da interpretare anche per gli utenti meno esperti tramite i profili precaricati nel BIOS, ma anche con grande libertà nelle impostazioni manuali.
Avremo gradito che sul pannello posteriore fossero state presenti un maggiore numero di porte per le periferiche e più spazio tra i dissipatori ed il socket, infatti a seconda del tipo di raffreddamento ad aria abbiamo poca possibilità di manovra.
Nel complesso riteniamo che Asus con questa scheda madre abbia fatto un grande lavoro, ne siamo davvero soddisfatti.

Il prezzo di vendita al momento è di circa S150-$200.

Antec KUHLER H20 1250 - Recensione 22 CRYORIG R1 Ultimate - Recensione 21

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

0 commenti su “ASUS ROG STRIX Z270F GAMING – Recensione”

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti

I migliori mouse da gaming | Guida Agosto 2021

Il più fido alleato di qualsiasi giocatore, nonché il perfetto prolungamento dell’arto di ogni gamer, è sicuramente il mouse. Compagno di mille battaglie e reduce …

I migliori visori per la realtà virtuale presenti sul mercato | Guida 2021

Che la realtà virtuale sia una nicchia nessuno lo nega, ma ciò non significa che gli sviluppatori interessati si siano fermati con lo sviluppo di …

Ryzen 5 3600 vs i5 9400F

Ryzen 5 3600 vs i5-9400F: Qual è il migliore? – Prestazioni a confronto

I tempi in cui Intel aveva il pieno controllo del mercato delle CPU sembrano oramai passati, negli ultimi anni AMD ha recuperato molto terreno proponendo …

PC Gaming 700-750 euro: Migliori configurazioni Intel e AMD | Agosto 2021

Assemblare un PC Gaming da 700 euro vuol dire entrare di diritto nel PC gaming di fascia medio-alta, con queste configurazioni potrete riuscire ad ottenere …

Hai domande o vuoi una build personalizzata? Contattaci