Razer ManO’War 7.1 – Recensione




A pochi mesi dall’uscita del modello wireless delle cuffie Razer MANO’WAR 7.1, andiamo a scoprire la nuova versione con cavo.

Esteticamente sono pressoché identiche al modello wireless, con una costruzione principalmente in plastica nera opaca e lucida. I padiglioni sono inclinabili fino a 110 gradi con all’esterno inciso il logo Razer e hanno un design simile alle Kraken ma di una dimensione maggiore. L’imbottitura dei cuscinetti è estremamente confortevole con un rivestimento in pelle e accomodano le orecchie senza troppa pressione.

L’archetto è anch’esso estremamente imbottivo e rivestito in pelle anche esternamente, l’headset è completamente regolabile ma risulta troppo grande rispetto alla media.

Le cuffie utilizzano padiglioni di tipo chiuso per assicurare un perfetto isolamento acustico, mentre i driver da 50mm hanno una risposta in frequenza di 20 Hz – 20 KHz con un’impedenza di 32 Ω e sono studiati per offrire un’ottima esperienza Dolby Sorround 7.1 virtuale con l’utilizzo della scheda audio USB inclusa.

Le Razer MANO’WAR 7.1 hanno un cavo a singolo jack sottile ma discretamente solido grazie al rivestimento in nylon e troviamo dei controlli in linea per regolare il volume e mutare il microfono. Nella confezione è presente se necessario una prolunga da 3 metri ma purtroppo è assente uno sdoppiatore jack nel caso volessimo utilizzarle con una nostra scheda audio dedicata.

Tramite il semplice jack le MANO’WAR 7.1 sono plug and play e utilizzabili senza problemi con dispositivi mobili, ma collegandole tramite USB a un PC, si ottengono le migliori prestazioni grazie all’utilizzo del software Razer Synapse che assicura un controllo completo dell’audio.

Il microfono di tipo unidirezionale è flessibile e a scomparsa, capta la voce in maniera chiara grazie alla riduzione automatica del rumore di sottofondo ma con una leggera distorsione.

Parlando di qualità del suono, il risultato è buono, con bassi potenti senza intaccare alti e medi cristallini. Ad alti volumi non hanno nessuna percettibile distorsione e grazie al Dolby Sorround 7.1 virtuale assicurano un’ottima esperienza e spazialità in gioco.
Essendo prettamente pensate per il gaming, la riproduzione di musica non è una delle migliori dovuta all’effetto surround non disattivabile, ma comunque il risultato è sufficiente per un headset da gioco.

Conclusione

Le Razer MANO’WAR 7.1 mantengono alcune ottime caratteristiche del modello wireless, tra cui la comodità e la qualità sonora nel gaming, dall’altra parte perdono la retroilluminazione RGB (importante solo per un fattore estetico) e ovviamente la funzione wireless.
Quello che non ci ha convinto è la costruzione in plastica e le dimensioni fin troppo grandi, nel complesso sono un buon headset da gioco con una scheda audio USB che fa il suo dovere, ma il prezzo elevato non le aiuta a distinguersi dalla agguerritissima concorrenza.

Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 18

Loading...
Categorie
Cuffie/HeadsetRecensioniRecensioni Hardware

Appassionato di videogiochi e hardware fin da piccolo, legato in particolare alla saga di Mass Effect.

ALTRI CONTENUTI