Introduzione

Le schede video sono ormai il componente che molti gamer amano sostituire all’interno del proprio PC e in un mercato ancora in crisi si tenta sempre di trovare il miglior prodotto che offra un adeguato rapporto prestazioni/prezzo, ogni volta che si tenta di fare un upgrade sono molteplici le varianti con cui bisogna fare i conti; le prestazioni, le temperature, i consumi e il costo del prodotto finale.

GTX-750Ti

Con Maxwell, NVIDIA cerca di eliminare due di queste esigenze consumi e temperature, promettendo alte prestazioni con consumi ridotti poiché la GPU, grazie all’efficienza della nuova architettura, riesce a lavorare anch’essa in maniera più efficiente.

Immagine2

Pensando a Maxwell non dobbiamo soffermarci solo alla neonata 750 Ti, questa non è altro che la prima delle future schede, NVIDIA in passato ha sempre sfoggiato le nuove architetture su schede video TOP di gamma e visto che attualmente il podio della miglior GPU da gaming è già in mano sua ci viene da pensare che probabilmente ha deciso di scendere in campo e scoprire le proprie carte presentando una scheda in grado di combattere con le recenti R7 di AMD.

GPUZ-GTX-750Ti_1B51C41B

La GTX 750 Ti che abbiamo avuto modo di visionare è il modello Reference di NVIDIA, il primo impatto con questo piccolo mostro non è dei migliori, all’apparenza la scheda video sembra abbastanza scadente per essere rivolta ad un pubblico di soli gamer, il dissipatore è molto contenuto e di forma circolare molto simile a quello posti sui processori Intel mentre il PCB è poco più lungo di 15 Cm. Abbiamo tre uscite video, due DVI e una mini HDMI, quest’ultima scomoda poiché ormai l’HDMI normale è diventata il punto di riferimento per i gamer, l’alimentazione di questa schedina è garantita dalle PCI-E 3.0 che sono in grado di fornire tutta l’alimentazione di cui questa scheda ha bisogno. Il bundle di NVIDIA non comprende niente in questa versione. E’ giusto sottolineare che questa scheda video non sarà disponibile nei negozi, dove al contrario troverete tutte le versioni custom dei vari brand; per cui non soffermiamoci troppo su quello che è l’aspetto della 750 Ti e andiamo avanti con la recensione.

Anche in questa recensione abbiamo deciso di confrontare direttamente due schede che si aggiudicano la stessa fascia di prezzo.

Facebook Commenti