Cloud Imperium ha annunciato che la software house adotterà un modello di sviluppo a scaglioni sia per Star Citizen, sia per Squadron 42. Tuttavia, a causa dell’adozione di questo nuovo modello di sviluppo, la beta di Squadron 42 è stata dovuta rimandare di 12 settimane.

Lo sviluppo a scaglioni è un particolare approccio che suddivide i vari team di sviluppo in modo che consegnino i propri lavori a date di uscita diverse l’uno dall’altro. Questo permette di mettere i team in condizioni di consegnare un lavoro più grande a una cadenza di sei mesi anziché un lavoro più piccolo (o meno rifinito) consegnato in tre soli mesi. Il giocatore, tuttavia, riceverebbe comunque un update ogni trimestre.

La scelta di adottare questo particolare modello è stata presa per dare più tempo ai team di lavorare a un update, non solo per renderlo il più completo possibile, ma anche per eliminare quanti più bug possibili.

Per quanto sulla carta sembri fantastico, ciò ha tuttavia portato uno slittamento del rilascio della beta di Squadron 42, cosa che renderà parecchio delusi certi fan, soprattutto in virtù del fatto che al momento la reputazione del gioco non è delle più brillanti.

La beta di Squadron 42 doveva essere pubblicata il secondo trimestre del 2020, ma con lo slittamento di dodici settimane, ciò si traduce che uscirà il terzo trimestre del 2020.