Il 2018 su PC è stato un anno di transizione, che non ha regalato sussulti particolari o straordinarie sorprese. Purtroppo i due titoli che hanno maggiormente cannibalizzato la scena videoludica quest’anno, ossia Red Dead Redemption 2 e God of War, sono infatti esclusive console, nonostante il titolo di Rockstar probabilmente uscirà prima o poi anche sui nostri computer. Orfano dei due principali protagonisti, il panorama PC ha comunque visto, nel 2018 appena trascorso, un anno positivo, colmo di graditi ritorni e piacevoli sorprese. Dove infatti vi è stata una carenza di titoli AAA sono stati gli innumerevoli e validissimi indie a colmare il divario e a rendere l’offerta videoludica altamente appetibile. Mai come quest’anno, almeno secondo noi, sono infatti state le esperienze indipendenti il piatto forte del mercato. Ecco quindi la nostra personalissima TOP 10 di questo 2018.

 

Dragon Ball FighterZ

Dopo anni e anni di picchiaduro 3D Dragon Ball è finalmente tornato a ripercorrere la strada degli scontri in due dimensioni, regalandoci con Dragon Ball FighterZ un titolo di altissimo livello sia per quanto riguarda l’aspetto tecnico-artistico che il gameplay. Facile da giocare ma complesso da padroneggiare, il titolo di Arc System Works ha spadroneggiato quest’anno sul suo genere, grazie anche ad un roster famosissimo e di grande impatto. Un titolo sicuramente immancabile per i fan della saga e per chiunque voglia scambiarsi qualche sano cazzotto in allegria.

Shadow of the Tomb Raider

Shadow of the Tomb Raider è sicuramente la degna conclusione del reboot della celebre saga, uscito nell’oramai lontano 2013. Un avventuroso viaggio che ci porterà nel bellissimo ma pericoloso Sud America, alla ricerca della leggendaria città di Paititi. Shadow of the Tomb Raider è un’enorme more of the same, con tantissimi nuovi contenuti e sfide da affrontare, ma senza al contempo variare troppo lo stile dei predecessori. Un titolo, quindi, quello di Square Enix che non si rinnova, ma che continua a convincere. Consigliato, soprattutto se vi sono piaciuti i primi due episodi.

Monster Hunter World

Uscito sui nostri amati computer diversi mesi dopo le controparti console, Monster Hunter World non può assolutamente mancare nella nostra personalissima top 10. Il titolo di Capcom è incredibilmente assuefacente e ci ha costretto a ore e ore di gioco, nonostante una conversione non esattamente esente da critiche e che ha precluso al titolo di salire ancora più in alto in classifica. Bellissimo in singolo, ma spettacolare in compagnia:Monster Hunter World è sicuramente una delle esperienze videoludiche più belle dell’anno e come tale merita di essere provata ed apprezzata, sperando solo in una versione PC decisamente migliore la prossima volta.

Subnautica

Sarebbe sbagliatissimo etichettare Subnautica come l’ennesimo survival: il titolo di Unknown Worlds Entertainments è infatti qualcosa di veramente spettacolare e, una volta convinti dalla particolare ambientazione,sarà veramente difficile riuscire a farne a meno. Cercare di sopravvivere tra le onde del mare è un’esperienza unica, nuotare tra pesci e barriere coralline è un qualcosa di irripetibile. Consigliato a chiunque voglia provare qualcosa di nuovo, ma non solo a loro. Vi ricordiamo inoltre che Subnautica è attualmente gratuito sull’Epic Store, un’ottima occasione per recuperare questo validissimo titolo.

Dead Cells

Come dicevamo in apertura di questa Top 10 il 2018 su PC è stato all’insegna degli indie e una delle più piacevoli sorprese è stato sicuramente Dead Cells, metroidvania rogue-like di Motion Twin. Uno stile artistico clamoroso e un gameplay sopraffino lo hanno infatti reso uno dei titoli più apprezzati di quest’anno e l’esempio perfetto di come gestire un early-access. Bello, dinamico e colmo di segreti: Dead Cells è un titolo sublime, che sui nostri amati PC dispone di una spinta in più, dovuta al supporto a innumerevoli mod.

Into the Breach

A una prima superficiale vista Into the Breach potrebbe sembrare un titoletto da quattro soldi: grafica spartana, mappe di ridotte dimensioni e un gameplay noioso. Se avete anche voi bollato così il titolo di Subset Games, lo studio dietro FTL: Faster Than Light, vi consigliamo caldamente di ricredervi: potreste aver preso uno degli abbagli più grandi della vostra vita. Into the Breach, nonostante la sua, per alcuni, scarna presentazione è una delle esperienze ludiche più complete ed avvincenti dell’anno ed è anche un titolo che tanto sa donare a chi riesce a comprenderlo a pieno.Un’esperienza da non sottovalutare, assolutamente.

Assassin’s Creed Odyssey

Ah, l’antica Grecia: chi non ha mai fantasticato almeno una volta di farsi una passeggiata nell’acropoli di Atene o tra i sentieri del monte Olimpo. Assassin’s Creed Odyssey ci permette finalmente di realizzare questo sogno, lasciandoci esplorare un mondo incredibile, colmo di scenari mozzafiato. L’ultimo episodio della celebre saga prende inoltre quanto di buono fatto con il precedente Assassin’s Creed Origins, rifinendolo e perfezionandolo ulteriormente. Odyssey è, senza dubbio, uno dei migliori capitoli della serie e anche uno dei migliori AAA dell’anno.

Dragon Quest XI: Echi di un’era perduta

Dragon Quest XI è riuscito a rispettare le altissime aspettative,rivelandosi un titolo decisamente valido, longevo e di grande qualità. Una trama spettacolare, con dei personaggi caratterizzati divinamente e dei paesaggi afrodisiaci, e una lunga serie di attività da portare a compimento lo rendono infatti uno dei migliori JRPG degli ultimi anni, se non di sempre.Imprescindibile per gli amanti del genere e altamente consigliato per tutti gli altri, Dragon Quest XI: Echi di un’era perduta è qualcosa di clamoroso.

Forza Horizon 4

Playground Games ci ha oramai preso gusto: ogni capitolo di Forza Horizon sembra rasentare la perfezione ma l’episodio successivo riesce sempre a ridefinire lo standard del genere. Forza Horizon 4 è, senza dubbio, il più bel racing arcade di sempre ed anche uno dei titoli più belli da vedere e da giocare degli ultimi tempi: scorrazzare per la terra d’Albione nelle varie stagioni è un’esperienza incredibile e di assoluto valore, che riesce a sorprendere sempre più ogni momento che passa. Forza Horizon è, a furor di popolo, un’istituzione.

Celeste

Quest’anno abbiamo voluto premiare l’arte, quest’anno abbiamo voluto premiare la genialità, quest’anno abbiamo voluto premiare Celeste. Il titolo, interamente creato dal polivalente Matt Thorson, è una perla unica che riesce magistralmente a coadiuvare pixel art, level design e temi forti. Celeste forse non è un titolo adatto a tutti, ma è anche un qualcosa di unico e inaspettato, che sorprende e insegna veramente tanto. Il titolo di Matt non è forse esente da difetti ma possiede così tanti pregi che sarebbe un peccato non premiarlo e non dargli una possibilità: noi le l’abbiamo data e ne siamo rimasti estasiati.

I migliori videogiochi del 2018 su PC
4.5 (90%) 2 votes