Dopo il gran successo dei kit da gioco Devastator e Octane, Cooler Master rilascia sul mercato la combo MasterKeys Lite L,  che comprende un tastiera con switch ibridi e un mouse ottico, il tutto ad un prezzo estremamente competitivo.

La tastiera ha un design minimalista che riprende quello della sorella maggiore MasterKey Pro L, ma al posto dei più costosi meccanici è caratterizzata da tasti Mem-canici.

Gli interruttori Mem-canici che sono esclusivi Cooler Master, sono stati sviluppati per rilasciare un feadback tattile simile ad una tastiera meccanica, hanno una forza di attuazione pari a 50g e una vita media di circa 12 milioni di pressioni per tasto il doppio rispetto ad una tastiera a membrana normale.

I copri tasti sono stampati al laser e possono sostituiti con altri compatibili Cherry MX o stampati direttamente con una stampante 3D.

Nel complesso la risposta dei tasti è buona, di sicuro migliore di una tastiera normale a membrana ma ovviamente inferiore a una meccanica pura e rispetto ai Cherry MX Brown richiedono una leggera forza in più d’attuazione. Nella digitazione non ci ha dato nessun problema e neanche in gaming grazie al sistema anti-ghosting che può comprendere fino a 26 tasti premuti contemporaneamente.

La piastra interna e i tasti color bianco aiutano a riflettere la retroilluminazione con un risultato accettabile ma non eccezionale, alcune aree rimangono più scure di altre. I controlli On-the-fly consentono di impostare la velocità di ripetizione, modificare i livelli d’illuminazione e la velocità con una rapida combinazione di tasti, troviamo inoltre sei tasti dedicati ai media.

Altra caratteristica è il rivestimento nanofilm che rende la tastiera MasterKeys Lite L resistente ai liquidi.

Il mouse ha anch’esso un design minimale, con una superficie superiore leggermente ruvida ma purtroppo senza zone gommate che aumentano il grip. I due pulsanti principali utilizzano interruttori omron che assicurazione un click equilibrato e non troppo morbido. La rotellina funziona bene con la giusta texture in gomma, mentre il pulsante per i DPI risulta leggermente piccolo ma facile da utilizzare.

I due tasti laterali risultano troppo sottili e la risposta non è delle migliori, se non premuti perfettamente al centro il click non viene registrato.

La forma si adatta a pressoché tutti i tipi di impugnatura anche per i mancini, il peso di 91 g risulta nella media senza essere troppo leggero.

Il mouse della MasterKeys Lite L utilizza un sensore ottico Avago 3050 che può raggiungere i 3500 DPI, suddivisi in 3 livelli: 500 / 1000 / 2000 / 3500 regolabili On-the-fly. Il sensore è preciso senza accelerazione e problemi di jitter rilevabili.

Anche il mouse dispone di una retroilluminazione RGB divisa in due aree, la prima sulla rotella di scorrimento e la seconda sul retro, sempre personalizzabile con controlli On-the-fly.

Conclusioni

A 50€ ci saranno sempre compromessi, ma con la combo MasterKey Lite L, Cooler Master ha fatto un buon lavoro con i giusti sacrifici.

Entrambe le periferiche hanno un design sobrio con una discreta qualità costruttiva e sono caratterizzate da una retroilluminazione RGB e controlli On-the-fly.

La tastiera offre una digitazione migliore ad una classica membrana grazie agli interruttori Mem-canici, tasti multimediali e resistenza ai liquidi. Mentre il mouse offre un buon tracking con tasti principali omron e una forma che si adatta a tutte le impugnature.

iIl Kit MasterKeys Lite L convince sotto molti aspetti e il suo prezzo è decisamente competitivo ed accessibile anche a tutti coloro che si affacciano per la prima volta al mondo del PC Gaming, una combo tastiera e mouse che attualmente ha ben pochi rivali sul mercato.

CRYORIG R1 Ultimate - Recensione 22