Watch Dogs 2 – Recensione

Un'intera città nelle nostre mani




Dopo il putiferio scatenato da il primo Watch Dogs, in pochi credevano che Ubisoft volesse continuare questa serie, che si considerava morta nella culla. A quanto sembra quelli scettici si sbagliavano di grosso, in quanto la casa francese non ha mai pensato di mettere in soffitta il brand, ma aveva dei piani per riuscire a farlo rinascere. La domanda fondamentale quindi è, ci sarà riuscita? leggete la nostra recensione per scoprirlo.

watch-dogs-2-recensione-1

Piccoli ribelli

Watch Dogs 2 si svolge in quella che è la San Francisco attuale, solo che lo sviluppo tecnologico è andato molti più avanti, adattando il sistema di “Smart Home” a delle intere città creando le “Smart City”, che vengono tutte controllate da un sistema chiamato CTOS 2.0 creato dalla Blume, una società che mira (neanche tanto velatamente) al controllo di intere nazioni. Noi impersoneremo Marcus Holloway, un hacker che, all’inizio da solo, poi con l’aiuto del Dedsec(che possiamo definire come un gruppo di giovani hacker che fanno casino) ha intenzione di smantellare la Blume e tutte le aziende che le girano intorno, andando a mostrare a tutti le azioni non proprio legali, che queste fanno per controllare la vita dei cittadini. Diciamo che la trama non è propriamente il punto forte del gioco, riuscendo a proporre qualcosa d’interessante solo alla metà, dove crea delle grandi premesse che però vengono mal sfruttate nella seconda parte. Altro punto dolente è la caratterizzazione dei personaggi, che ci disegna un protagonista anonimo con un gruppo di personaggi secondari forse più interessanti di lui, che comunque non riescono a farci immergere nella vicenda, facendoci rimanere sempre abbastanza distaccati dagli avvenimenti che succedono a schermo. Un plauso va fatto però alla sceneggiatura, che in differenti occasioni è riuscita a strapparci un sorriso, con molti riferimenti a film come Star Wars o Alien Vs Predator, e in generale alla cultura nerd. Tutta la storia è vissuta in maniera leggera(in certe occasioni anche troppo)con alcuni momenti più seri, che però falliscono nel loro tentativo di farci emozionare. Se non amate particolarmente le citazioni frequenti oppure l’utilizzo altrettanto frequente di slang giovanili, allora potreste seriamente odiare tutti i personaggi principali del gioco, quindi vi consigliamo di capire bene se riuscirete a sopportare 20 ore di “bella zio”.

watch-dogs-2-recensione-5

The World Is yours

Se il gioco mostra parecchie incertezze nella parte narrativa, possiamo subito promuovere la sua anima open world. Dopo una parte introduttiva un po’ limitata, si inizia a dispiegare ai nostri occhi una mappa di gioco non grandissima, ma che riesce a proporre parecchie missioni e azioni secondarie abbastanza differenti le une dalle altre. Possiamo per esempio trovare, oltre a molte missioni secondarie più grandi e curate, anche molte gare con veicoli che variano dai kart alle barche a vela, ma potremo anche solo girare per la città causando incidenti o rubando denaro ai cittadini. Di grande importanza il nostro smartphone, dove riceveremo tutte le missioni (sia principali che secondarie) e in cui potremo utilizzare alcune interessanti app, come Scout FX che ci darà dei follower(con cui sbloccare nuove abilità) se ci faremo dei selfie in alcuni punti, oppure Media Player con cui ascoltare canzoni e radio di differenti generi. Sempre tramite il nostro smartphone avremo il controllo dell’intera città, le possibilità a nostra disposizione sono veramente tantissime, potremo infatti hackerare quasi ogni cosa, dalle gru cosi da raggiungere dei punti prima inaccessibili ai database della polizia, cosi da segnalare come criminale e far arrestare, una persona che non ha fatto nulla di male. Ovviamente tutte queste possibilità vanno a mutare parecchio il nostro approccio ai combattimenti, potendo controllare tutto l’ambiente circostante(telecamere, auto, tombini, quadri elettrici insomma parecchie cose) l’approccio stealth diventa sicuramente quello più divertente. Nello stealth il gioco riesce a offrire qualcosa di diverso rispetto agli altri titoli, riuscendo a darci degli strumenti nuovi che l’hacking ci permette di avere. Se l’approccio stealth è sicuramente il più divertente, non è solo per i meriti di quest’ultimo, ma anche per i demeriti della parte Tps del gioco, che sia per colpa di una poca cura che gli sviluppatori le hanno riservato(il ramo delle abilità dedicato alle armi non è molto interessante), sia per il grande numero di nemici che dovremo affrontare se decidessimo di fare un casino, non riesce a reggere il confronto.

watch-dogs-2-recensione-10

L’intero sistema di abilità si basa sui nostri “follower”, che aumenteranno dopo ogni missione completata, e raggiunto un tot di follower otterremo nuovi punti abilità, con cui andare a sbloccare nuove possibilità di hacking. Una delle grandi necessità che avremo per tutto il gioco saranno i soldi, in quanto le armi e i veicoli non costano poco, e non otterremo neanche 1 dollaro a fine missione, quindi per riuscire a racimolare soldi rapidamente, dovremo raccogliere delle borse piene di banconote presenti nella mappa. In questo arduo compito ci aiuteranno molto il nostro jumper (una macchinetta radiocomandata con cui poter hackerare e eseguire dei salti) e un drone, che ci permeterrano di fare una panoramica della zona per scoprire il punto ideale per raggiungere la borsa, oppure ad arrivare in posti irraggiungibili per il nostro Marcus. Il comparto online del gioco riuscirà a rendere ancora più viva la mappa, infatti se attiveremo il multiplayer nelle impostazioni, durante la nostra partita potrebbero segnalarci la possibilità di giocare online, come se fosse una normale missione, se noi accetteremo inizieremo immediatamente la missione online, contro un altro giocatore o insieme. Le modalità a cui potremo giocare saranno invasione hacker,(in cui dovremo invadere un altro giocatore per rubargli dei dati senza farci vedere)cooperativa online (che si commenta da sola) e cacciatore di taglie( dove dovremo uccidere un altro giocatore che sta scappando dalla polizia) il premio se riusciremo a completare queste missioni saranno dei follower. Anche se in generale abbiamo apprezzato l’online, dobbiamo segnalare che avremo preferito la presenza di più modalità, e sopratutto un equilibrio migliore nella modalità invasione hacker, dove chi si difende è troppo avvantaggiato rispetto a chi attacca.

watch-dogs-2-recensione-11

Reparto Tecnico

Watch Dogs 2 può contare su un comparto grafico, che ai suoi massimi livelli ci mostra una San Francisco veramente bella da vedere. Alcune pecche sono sicuramente la presenza di non tantissimi NPC e veicoli per le strade della città, e una qualità non eccelsa dei modelli di alcuni passanti, ma sono delle pecche abbastanza trascurabili. Ci è piaciuta invece la presenza di molte impostazioni grafiche, cosa che ci permette di trovare il nostro miglior compromesso fra qualità visiva e fluidità.

watch-dogs-2-recensionewatch-dogs-2-recensione-2watch-dogs-2-recensione-3

Parlando invece delle prestazioni, sul PC che abbiamo utilizzato per provare il titolo, che monta un I5 6500, 8 gb di ram e una R9 280, il gioco gira sui 40 fps all’aperto e arriva ai 50 nelle stanze chiuse, settando il livello di dettaglio su alto. Anche abbassando il dettaglio al minimo riuscire a mantenere i 60 fps stabili è una missione impossibile, per via delle differenti situazioni che andremo a affrontare nel gioco, che rendo il frame rate abbastanza instabile. Da segnalare un aumento di prestazioni che abbiamo avuto con l’ultima patch rilasciata, che ci da molta fiducia su un possibile miglioramento delle prestazioni del gioco con le prossime patch. In generale possiamo dirci abbastanza soddisfatti del lavoro svolto sul reparto tecnico del gioco, che grazie a tante impostazioni grafiche e a delle buone prestazioni, ci fa in parte dimenticare delle versioni PC pessime uscite nell’ultimo periodo. Dobbiamo però anche ammettere che si poteva fare di più sulle prestazioni, ma vedendo i miglioramenti che abbiamo avuto con l’ultima patch, siamo fiduciosi sul supporto post-lancio del gioco.

Confronto tra Preset

Confronto Basso - Ultra
Confronto Basso - Ultra

Conclusioni

Watch Dogs 2 è sicuramente un buon open world, grazie a una mappa ricca di cose fare e abbastanza differenti fra di loro. A migliorare il tutto ci pensa la possibilità di sfruttare a nostro piacimento l’ambiente, cosa che aggiunge nuove interessanti possibilità tattiche nei combattimenti. Purtroppo però questi elementi positivi sono rovinati da una storia banale e alcune volte senza senso, che riesce a riprendersi solo grazie a una sceneggiatura a tratti divertente, ma che da sola non riesce a reggere l’impianto narrativo. Aggiungiamoci anche un’ottimizzazione buona ma non perfetta, e delle fasi Tps non riuscitissime e avremo il quadro di un buon gioco, che si pone come una base stabile per far continuare la serie, ma che ha bisogno di molti accorgimenti per riuscire a convincere del tutto.

 

Watch Dogs 2 - Recensione
7.5
Watch Dogs 2 - Recensione
Pro
  • Mappa ricca di cose da fare
  • L'intera città è nelle nostre mani
  • Prestazioni buone.......
Contro
  • ....ma non perfette
  • Trama banale e poco interessante
  • Protagonista anonimo
  • Voto Finale
    7.5
Categorie
RecensioniRecensioni Videogiochi

ARTICOLI CORRELATI