NVIDIA ha dato poco lanciato le nuove GTX 1660Ti e GTX 1660, delle nuove GPU che si collocano tra la serie GTX 10 e RTX 20. In questa recensione andiamo ad analizzare il modello MSI GeForce GTX 1660 Ti Gaming X.

Architettura

Questa nuova serie GTX 16, si basa sempre sull’architettura Turing di ultima generazione a 12nm, sfrutta tutte le innovazioni degli shader per offrire il doppio dei TOPS rispetto all’architettura Pascal della precedente generazione. Supporta operazioni simultanee sia in virgola mobile sia intera, un’architettura cache unificata con cache L1 3 volte superiore e prestazioni al top grazie alla tecnologia di adaptive shading. Questo consente di avere prestazioni nettamente superiori anche nei giochi DirectX12 e Vulkan.

Come suggerisce anche il nome, questa serie GTX, non offre il supporto al Ray Tracing o almeno non ottimale. NVIDIA ha da poco annunciato che anche le serie GTX potranno utilizzare il Ray Tracing in tempo reale, anche se la migliore rimane la serie RTX considerando che ha unità hardware dedicate.

L’architettura Turing fornisce 1,5x di istruzioni per ogni clock ed è 1,4 volte energeticamente più efficiente di Pascal, che in precedenza ha stabilito lo standard nel risparmio energetico per le GPU. Di conseguenza, con un consumo di soli 120 watt, la GTX 1660 Ti offre le migliori prestazioni per watt di qualsiasi altra GPU nella sua fascia di riferimento.

Specifiche e caratteristiche GTX 1660 Ti Gaming X

Nel dettaglio la nuova GPU GeForce GTX 1660 Ti dispone di 1.536 CUDA core, 6GB della nuova memoria GDDR6 a 12Gbps e un boost clock di quasi 1,8 GHz, che può essere facilmente overcloccato per prestazioni ancora superiori. Rispetto alla GTX 1060 abbiamo un aumento del 50% della larghezza di banda della memoria (288 GB / s contro 192 GB / s), oltre ad un aumento dei CUDA core e i perfezionamenti della nuova architettura.

RTX 2060 GTX 1660 Ti GTX 1660
GPUTU106TU116TU116
CUDA Cores1,9201,5361,408
RT Cores3000
Tensor Cores24000
Core Clock1,365MHz1,500MHz1,530MHz
Boost Clock1,680MHz1,770MHz1,785MHz
Memory6GB GDDR66GB GDDR66GB GDDR5
Memory Speed12Gbps12Gbps8Gbps
Memory Bus Width192-bit192-bit192-bit
Memory Bandwidth336GBps288 GBps192GBps
TDP160w120w120w

Dopo aver vinto numerosi premi sulla serie MSI RTX serie 20, la settima generazione dell’iconico design termico TWIN FROZR è stata progettata per raffreddare anche la serie MSI GeForce GTX 1660 Ti GAMING. Dotato di due delle ventole TORX 3.0 brevettate MSI, queste generano enormi quantità di flusso d’aria riducendo allo stesso tempo il rumore. Il dissipatore di calore personalizzato è progettato per un’efficiente dissipazione del calore per mantenere la temperatura bassa e le prestazioni elevate.

Il design mantiene le linee delle sorelle maggiori, seppur sia leggermente più compatto, un look aggressivo premium grigio e nero canna di fucile con effetti Mystic Light RGB.

MSI ha aumentato le frequenze di funzionamento, portando a 1875 MHz il core CLock, mentre la memoria rimane con frequenze di riferimento a 12Gbps. Come uscite video troviamo tre DisplayPort 1.4 e una HDMI 2.0b, invece un singolo connettore da 8-pin è richiesto per l’alimentazione.

Piattaforma e Metodologia di Test

Il sistema da test utilizza una versione pulita di Windows 10 appena installata su SSD. Windows, videogiochi e i programmi da benchmark sono aggiornati all’ultima versione.

Dove possibile i benchmark sono svolti almeno tre volte.
Tutti i risultati sono registrati con MSI Afterburner e i consumi del sistema vengono misurati tramite Wattmetro. I videogiochi utilizzano impostazioni Ultra, con AA massimo o 2x.

Nei grafici, Radeon RX Vega 64 usa il profilo Bilanciato, senza nessun tweak.

Piattaforma

Intel Core i9 9900K
ASRock Z390 Phantom Gaming 9
G.SKILL 2x4GB DDR4 4000MHz
SSD Crucial P1 1Tb M.2
Corsair AX860

Driver:
GeForce 419.67 WHQL
Radeon Software Adrenalin Edition 19.4.1

Benchmark

Overclock, Temperatura e Consumi

Il modello MSI è già overcloccato di fabbrica, ma è possibile comunque aumentare le frequenze del 5%, nel nostro caso abbiamo raggiunto i 2030MHz sulla GPU e 1900MHz sulla memoria, che si traducono in un incremento prestazionale del 8% circa.

Nel caso della GTX 1660 Ti, l’efficienza energetica è migliore della già ottima serie GTX 10, sotto stress si raggiungono appena 143W. Questa GPU è una delle più efficienti attualmente sul mercato e facilmente gestibile anche da alimentari di fascia bassa. Il dissipatore MSI fa un ottimo lavoro, conformandosi la migliore soluzione dell’azienda, la GPU raggiunge massimo 67°C con un’ottima silenziosità.

Conclusioni

GeForce GTX 1660 Ti è la risposta di NVIDIA per la fascia mainstream del mercato. La scheda si basa sulla nuova GPU TU116 progettata per offrire ad un prezzo accessibile alcune migliorie dell’architettura Turing.

GeForce GTX 1660 Ti è un’ottima scheda e la migliore proposta Turing dell’azienda, offre prestazioni comparabili con una GTX 1070 ad un prezzo inferiore. Sorprendono in particolare i consumi, migliori rispetto alla precedente generazione e alla serie RTX, questo grazie anche all’essenza dei Tensor Core. Quello che forse delude è la presenza di soli 6GB di VRAM, ancora sufficienti per giocare a 1080p, ma inferiori alla vecchia GTX 1070.

Nel complesso questa GeForce GTX 1660 Ti porta un discreto balzo in avanti in termini di prestazioni ed efficienza energetica, ad un prezzo tutto sommato interessante (299 euro). La sua sorella maggiore RTX 2060 rimamene ancora un valida scelta ad un prezzo di poco superiore, offre il 15% in prestazioni in più oltre ad un supporto vero al Ray Tracing.

MSI GeForce GTX 1660 Ti Gaming X è un modello premium e offre un’ottima qualità costruttiva oltre a raffreddare ottimamente la GPU con la minima rumorosità, inoltre con la funzione idle-fan-stop-che spegne completamente le ventole durante l’inattività.

Il modello Gaming X è il migliore di MSI ma anche uno dei migliori per questa serie. Come ben sappiamo la qualità si paga e il prezzo è circa 50 euro superiore ad altre proposte più economiche. Questa differenza è sicuramente giustificata dalle ottime prestazioni e qualità costruttiva, ma bisogna considerare che con pochi euro in più si trova una RTX 2060.

Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 19
Valuta