Asus ROG Claymore – Recensione




Claymore è l’ultima arrivata nella famiglia di periferiche firmate ASUS Republic of Gamers, ed è la prima tastiera al mondo con tastierino numerico modulare.

Asus ROG Claymore ha un design compatto caratterizzato da una struttura robusta in alluminio, con una particolare trama di ispirazione “maya” che dona un look decisamente accattivante.

Gli switch utilizzati sono gli ormai consolidati Cherry MX, sinonimo di qualità e reattività, la versione in prova è equipaggiata con i Cherry MX Red caratterizzati da una risposta lineare e una forza di azionamento di 45g, ma sono disponibili anche versioni con Cherry MX Blue, Brown e Black.

I tasti retroilluminati e singolarmente personalizzabili godono di una palette di oltre 16 milioni di colori con 9 effetti diversi di illuminazione.

ROG Claymore integra la tecnologia N-Key rollover anti-ghosting con tasti macro per la registrazione in tempo reale e Hotkey ROG SYNC per la sincronizzazione Aura con altre periferiche ROG. Inoltre esclusivi tasti di scelta rapida consentono molteplici opzioni come l’avvio del sistema, il controllo della velocità della ventola, l’overclock e l’accesso al BIOS.

Il cavo singolo USB placcato in oro è rimovibile e in tessuto intrecciato, nel bundle oltre a due adesivi sono comprese delle comode custodie in velluto per facilitare il trasporto e evitare graffi indesiderati.

La caratteristica unica della Claymore è il tastierino numerico rimovibile, che può essere posizionato a destra o a sinistra in base alle nostre esigenze. L’installazione è molto semplice e immediata, basta togliere le protezioni in gomma e incastrarlo nella varie scanalature.

Il software ROG Armoury consente di personalizzare i tasti, l’illuminazione e le impostazioni macro. È possibile monitorare i dati statistici come il numero di combinazioni di tasti effettuate durante le sessioni di gioco salvare fino a 6 profili utente (5 personali + 1 di default).

Asus ROG Claymore è una tastiera dall’ottima qualità costruttiva con un design unico e aggressivo, il tastierino numero rimovibile è estremamente versatile trasformandosi all’evenienza in una macro-pad. I tasti Cherry MX Red sono come sempre di ottima fattura, ideali per il gioco ma anche per la scrittura. La retroilluminazione RGB ha un’ottima diffusione e intensità grazie a LED più grandi e all’assenza di una cover protettiva sulla tastiera.

Ad un prezzo di €230 circa ci aspettavamo una tastiera ricca di funzionalità e completa sotto ogni aspetti, invece risulta abbastanza semplice e sono assenti alcune caratteristiche come tasti media dedicati, USB passthrough e poggia polsi. Come già detto l’unica vera caratterista è il tastierino numerico rimovibile, ma secondo noi non basta per giustificare il prezzo così elevato.

Categorie
Mouse e TastiereRecensioniRecensioni Hardware
Matteo Carrara

Appassionato di videogiochi e hardware fin da piccolo, legato in particolare alla saga di Mass Effect.

ARTICOLI CORRELATI