Oggi andiamo a recensire il prodotto di nicchia nel reparto audio della casa produttrice di Taipei. Le Asus ROG Centurion sono un headset da gaming con surround 7.1 reale che strizza l’occhio ai gamer più esigenti.

ROG Centurion 03 - Asus ROG Centurion - Recensione

La confezione nella parte frontale illustra le cuffie con la sua audio station USB molto accattivante, nella parte laterale sono presenti le specifiche tecniche e nel retro vengono rappresentate alcune delle caratteristiche più importanti. La confezione si presenta molto robusta e con una chiusura magnetica di qualità.

All’interno troviamo un ricco bundle, in primo piano è presente l’headset già disposto sullo stand ROG e il cavo USB sdoppiato per l’alimentazione sia della cuffia che della audio station. Rimuovendo il primo scomparto accediamo al secondo dove è presente l’audio station, una coppia di padiglioni di ricambio in tessuto, il classico manuale d’uso con le informative sulla garanzia e un adattatore per impianti 7.1.

ROG Centurion 02 424x250 - Asus ROG Centurion - Recensione

Il comparto audio dell’headset ROG Centurion è di tutto rispetto, presenta ben 10 driver al neodimio, 5 per padiglione cosi composti: Front da 40mm, subwoofer 40mm, center 30mm, rear 20mm e side 20 mm. Altre caratteristiche sono l‘impedenza di 32 ohm e una risposta in frequenza tra i 20 e i 20000 hz.

Il microfono dell’Asus ROG Centurion è a scomparsa ma non removibile, è di tipo unidirezionale con una sensibilità di -26db, un SNR di 65db e una risposta in frequenza che varia tra i 50 e i 12000hz. Il microfono seppur di ottima qualità a nostro avviso non è all’altezza del resto delle componenti, probabilmente l’unico piccolo neo di questo headset.

Con queste cuffie Asus ha voluto cambiare un po’ l’estetica che caratterizzava la serie Strix. I padiglioni non hanno più la solita forma a occhio di strigide, hanno una forma elegante e raffinata e allo stesso tempo aggressiva grazie ai led presenti nel logo ROG di colore rosso, purtroppo non RGB e con solo due effetti di luce, statica o respiro. I cuscinetti sono di 2 tipi, pelle e tessuto, e intercambiabili a seconda delle nostre esigenze e comodità.

ROG Centurion 1 - Asus ROG Centurion - Recensione

Lo stand ROG presente nel bundle è di ottima fattura ed è davvero maestoso, il logo ROG in primo piano fa in modo che l’headset sia sempre al centro dell’attenzione. Le Asus ROG Centurion utilizzano un cavo HDMI lungo 1,5m per collegarsi alla Audio Station ROG, il fulcro di questo nuovo headset.

La Audio Station ROG presenta caratteristiche davvero uniche. Grazie alla manopola che troviamo sul fronte della Station e alla manopola col simbolo ROG che troviamo in alto possiamo regolare, attivare o disattivare il volume di ogni canale disponibile.  Possiamo scegliere quale effetto luce dare al nostro headset e all’occorrenza anche disattivarlo.

Sull’Audio Station ROG troviamo anche 4 tasti dedicati. Il tasto 7.1 serve ad attivare la modalità dolby 7.1 o a attivare la modalità stereo 2.1. Il tasto Amp serve per attivare o disattivare l’amplificatore, in questo caso parliamo di un amplificatore professionale 9601 Hi-Fi della Ess. Non c’è bisogno di dire che questo va sempre tenuto attivo, consente di ottenere un suono bilanciato e sempre di altissima qualità. Poi abbiamo il consueto tasto Mic per attivare o disattivare il microfono e infine abbiamo il tasto Speaker che serve nel caso avessimo collegato un impianto esterno 7.1 con l’apposito connettore presente nel bundle.

Nella stazione audio ROG è inoltre presente un microfono incorporato che rileva ed elimina oltre il 90% del rumore ambientale. Per attivare la funzione di cancellazione dei rumori basta attivare il tasto apposito ENC che si trova sotto alla ROG station. Questo tasto non è proprio di facile attivazione, sarebbe stato più comodo se fosse stato messo insieme agli altri tasti dedicati presenti sopra alla Station. Va detto che conviene sempre tenerlo attivo perché la differenza di rumore di fondo è davvero notevole, una volta attivato non ne potrete più farne a meno.

ROG Centurion 3 - Asus ROG Centurion - Recensione

Le Asus ROG Centurion utilizzano come software per la gestione audio l’ottimo Asus Sonic Studio. Questo software dalla grafica minimal è molto intuitivo e di facile utilizzo e ci permette di avere il controllo completo su molte funzionalità audio. Possiamo rendere migliorare l’audio grazie al controllo sull’equalizzatore, sulla nitidezza della voce, sui bassi e sulla compressione. Abbiamo diversi profili preimpostati da Asus da cui poter scegliere nella situazione e nel momento più opportuno, tra cui musica, film, fps, corsa e tanti altri. Inoltre possiamo crearne di nuovi noi a seconda delle nostre esigenze e del game a cui andremo a giocare.

Possiamo anche regolare alcune impostazioni del microfono come la nitidezza della voce e la riduzione del rumore.

Il software Asus Sonic Studio ha integrato un interessante plugin che si chiama Sonic Radar Pro. Questo plugin è utile in giochi in prima persona perché ci permette, grazie a un radar sullo schermo, di capire dove provengono i diversi tipi di rumore come gli spari, le bombe e anche i passi. Grazie alle impostazioni è possibile spostare il grafico dove ci pare nello schermo e scegliere il livello di sfocatura per renderlo più adatto alle nostre esigenze. Ed è inoltre possibile scegliere quale tipo di rumore rilevare selezionando o deselezionando le varie opzioni.

Le Asus ROG Centurion ci hanno davvero soddisfatto in tutto, componenti di ottima fattura e un bundle estremamente completo. Ovviamente data la qualità dei componenti, queste cuffie non sono alla portata di tutti, attualmente si trovano al prezzo di €230 ma rimangono comunque un’ottima scelta per chi vuole il massimo e non ha problemi di budget.

Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 19

Facebook Commenti