I migliori MMO di sempre su PC

Qualcuno ha detto grinding?

Gli MMO hanno di certo visto tempi migliori. A causa di una progressiva perdita di interesse da parte del pubblico, specialmente sul versante MMORPG, i titoli multiplayer massivi sono stati costretti ad evolversi abbracciando filosofie più vicine a quelle dei single player come nel caso di Destiny e The Division. Esiste comunque una buona fetta di utenza che ha preferito rimanere ancorata ai canoni del passato. Se fate parte di tale categoria, apprezzerete sicuramente i titoli che stiamo per proporvi nella nostra immancabile top 10. Oggi, appunto, parleremo dei migliori -secondo noi- MMO in circolazione su PC, a prescindere dalla data di pubblicazione e dalla player base. Bando alle ciance ed iniziamo.

10 – Planetside 2

A rendere unico Planetside 2 è il senso di proporzione che impera durante i combattimenti su larghissima scala. Il first person shooter online di Daybreak riesce a proporre scontri sempre credibili ed avvincenti, mettendo contro agguerrite fazioni che si sfidano nell’eterna conquista di territori. A disposizione dei giocatori armi, mezzi, gadget e soprattutto il sistema di creazione di basi, introdotto recentemente, in grado di conferire ulteriore profondità e mordente ad un gameplay già molto ben strutturato. In più, la componente free to play consente di divertirsi a lungo senza dover necessariamente visitare lo shop.

9 – Aion

Volare, nel blu dipinto di blu. Quella che in molti considerano erroneamente una gimmick, in realtà è a tutti gli effetti una meccanica integrante di Aion. Alla classica ed arcinota struttura da MMORPG, il titolo di Ncsoft aggiunge la possibilità per gli utenti di spostarsi e addirittura combattere in volo. Specialmente nell’arena PvP Abisso, sapersi muovere in aria significa avere un netto vantaggio strategico sul nemico e questo aspetto non si trova in molti altri competitor di genere. Graficamente valido e aggiornato con solerzia dal 2009 ad ora, Aion rappresenta un punto saldo nella scena MMO globale.

8 – Neverwinter

Amanti di Dungeons & Dragons a raccolta. I reami dimenticati di Faerun non erano mai stati raffigurati meglio in un videogioco, e già soltanto questo aspetto rappresenta un’enorme attrattiva per i fan. Cryptic ha poi lavorato sapientemente anche sulle meccaniche, prendendone numerose a prestito dai giochi da tavolo e dando carattere a tutte le classi. Il sistema di combattimento è rapido, intuitivo, il bilanciamento egregio. Invocazioni e crafting sono gli altri elementi decisamente interessanti che approfondiscono oltremodo l’esperienza rendendola più varia rispetto alla concorrenza. E in quanto a modello economico, si rispetta la filosofia del free to play davvero ‘free’.

7 – Star Wars: The Old Republic

Da Bioware non ci si poteva aspettare nientemeno che un enorme focus sulla trama, ed in effetti a livello narrativo e di lore The Old Republic supera in alcuni frangenti persino le opere della nuova trilogia di Lucas. Il fanservice, com’è ovvio, scorre potente in questo gioco. Ai giocatori la scelta di interpretare Jedi, Sith o qualsiasi altra fazione nell’universo di Star Wars. Arricchiscono l’intrigante background le valanghe di contenuti a cadenza regolare snocciolati dagli sviluppatori, tra missioni, eventi, pet e armi, tutto realizzato con estrema cura. Nonostante le limitazioni per i giocatori free to play, vale comunque la pena di recuperarlo.

6 – The Secret World

The Secret World è un MMO particolarissimo che non si concentra tanto sull’aspetto espansivo del genere ma, ancor meglio di The Old Republic, sullo storytelling. Non troverete quindi le interminabili e noiosissime quest identiche fra loro tipiche del genere, al contrario un numero limitato di missioni con obiettivi ben precisi. Vista l’attenzione riposta sulla narrativa, è lecito aspettarsi un’ambientazione affascinante. E infatti è così, dal momento che il mondo di The Secret World rispecchia i migliori modelli distopici giunti nel panorama videoludico. Mostri mitologici, culti segreti, magie e quant’altro possa attirare gli amanti di misteri e setting post-apocalittico. Nel breve termine è inoltre previsto un corposo aggiornamento che, stando agli sviluppatori, dovrebbe dare nuova linfa al gioco.

5 – Ultima Online

C’è un motivo se Ultima Online raggiunge la top 5 nella nostra classifica, ed è anche molto semplice. In quanto a purezza delle meccaniche e libertà concessa al giocatore, rimane indiscutibilmente il migliore su piazza nonostante la veneranda età. L’elemento ruolistico all’interno di Ultima Online ha del leggendario. Non ci sono missioni obbligatorie né aiuti di alcun tipo. Si tratta semplicemente di un mondo vivo e interattivo dentro il quale i giocatori possono scegliere come, quando e cosa fare senza alcun limite imposto dall’alto. E’ l’apoteosi dei sim, in poche parole. I server ufficiali sono ancora attivi, lo stesso dicasi per i retroserver. Detto ciò, vi invitiamo a visitare il regno di Sosaria anche solo per qualche ora. Non ve ne pentirete.

4 – EVE Online

Il titolo di miglior MMO ambientato nello spazio va senza dubbio a EVE Online, esperienza totalizzante entrata nella storia dei videogiochi grazie alla meticolosità del suo gameplay. Prendetelo come un simulatore di commercio e diplomazia, in cui l’aspetto gestionale svolge un ruolo preponderante e la componente strategica nei combattimenti racchiude svariate possibilità. Non dimentichiamo poi che gli sviluppatori, CCP, sono in pratica l’opposto del Team 5 di Hearthstone. Ogni singolo consiglio da parte degli iscritti (paganti) viene preso in considerazione nell’apporto di miglioramenti diretti al gioco. Ammirevole, no?

3 – Guild Wars 2

Il successo di Guild Wars 2 può essere spiegato elencando i molteplici modi in cui ArenaNet ha deciso di allontanarsi dagli standard del genere per abbracciare alcune idee innovative. Prima di tutto non c’è nessun canone mensile da pagare ed il titolo è free to play. La struttura, poi, è tra le più dinamiche di sempre: gli eventi cambiano a seconda delle azioni compiute dall’utente, dando un’ottima sensazione di causa-effetto all’esperienza di gioco. Apprezziamo anche il combat system, più intuitivo e fresco rispetto a gran parte della concorrenza. Infine il supporto degli sviluppatori, che grazie alla loro solerzia rendono Guild Wars 2 un MMO tutt’oggi giocatissimo. Attenti solo agli uomini con avatar femminili.

2 – Final Fantasy XIV: A Realm Reborn

Inizialmente A Realm Reborn era un vero e proprio disastro. Tralasciando l’enorme quantità di bug e glitch che lo rendevano ingiocabile, la cervellotica interfaccia, l’ottuso sistema di fatica ed altri gravi errori di game design costituivano difetti troppo grandi per essere ignorati. Square Enix ha così pensato di prendersi 2 anni per riprogettarlo e lo ha fatto nel migliore dei modi. Il risultato è un prodotto finalmente al passo con i tempi e con la concorrenza, pieno di contenuti, bello da vedere, complesso ed appagante nella gestione dei personaggi che, pur non mettendo nulla di mai visto sul piatto, spicca tra i rivali dall’alto del suo design eccellente e di un fanservice intramontabile, come del resto la serie di cui fa parte.

1 – World of Warcraft

World of Warcraft: La pre-patch di Legion in arrivo il 19 Luglio

Quando si parla di MMO, è impossibile non andare con il pensiero a World of Warcraft. Nel 2017 il re è ancora vivo e vegeto, a dispetto di un brusco crollo negli abbonamenti nel periodo precedente al rilascio di Legion. In quanto a player base rimane imbattuto: si parla di circa 5 milioni di iscritti, numero straordinariamente alto se raffrontato al contesto odierno. Il calo fisiologico rispetto ai tempi d’oro era inevitabile, tuttavia la mole contenutistica rimpolpata con continuità da Blizzard non cessa di aumentare e soddisfare i desideri di tutti quei giocatori che rimangono fedeli al fantastico mondo di Azeroth. Ogni espansione porta sempre nuova carne sul fuoco, e la recente decisione di rendere validi i Token come valuta che può essere utilizzata per ottenere 30 giorni gratis è a dir poco attraente. Ci auguriamo con il cuore di vedere World of Warcraft in cima alle preferenze mondiali ancora per molto tempo. Dopo tutto ciò che ci ha offerto nel corso di questi 13 anni, lo merita davvero.

Categorie
Speciali

Hi, Zeusexy here. Scrivo di videogiochi da mezza vita, mentre l'altra mezza l'ho passata a giocare. Sono critico e puntiglioso, forse è proprio per questo che sono un PC gamer da tempo immemore. GabeN is love, GabeN is life.

    ARTICOLI CORRELATI