Dopo aver recensito il case Micro ATX Antec P6, quest’oggi andiamo a toccare con mano sempre una novità dell’azienda californiana, il case RGB Antec DF500.

Antec DF500 è stato lanciato a fine aprile, è l’ultimo mid tower della serie Dark FleeT ed è disponibile a 59 euro per la versione non RGB o a 79 euro per la versione RGB.

Esterno – Antec DF500

Il case ha un design aggressivo ma non troppo, con delle linee leganti che contrastano con le ventole RGB. Sono incluse include ben tre ventole RGB che consentono di personalizzare il proprio PC con i colori o modalità di illuminazione preferite, inoltre possono essere sincronizzate con la propria scheda madre per la massima personalizzazione.

Antec DF500 recensione 1 696x404 - Antec DF500 RGB Recensione - Il nuovo case Dark Fleet

 

Antec DF500 recensione 78jpg 1 696x392 - Antec DF500 RGB Recensione - Il nuovo case Dark Fleet

La parte superiore è forata per aiutare l’aerazione e presenta un filtro magnetico anti polvere, mentre la finestra laterale in vetro temperato oscurato da 4 mm mette in bella vista l’interno del case. Il pannello I/O posto in alto al case comprende due USB 3.0, due jack audio, tasto accensione e tasto per il controllo della retroilluminazione.

Antec DF500 recensione 9 696x392 - Antec DF500 RGB Recensione - Il nuovo case Dark Fleet

Anche il retro e la base del DF500 hanno un design standard. Posteriormente vi è la griglia per la ventola con al di sotto sette slot PCIe e l’apertura dell’alimentatore. La base ha quattro grossi piedini per mantenere stabile lo chassis, un secondo filtro anti polvere per la griglia dell’alimentatore e quattro viti per spostare o rimuovere l gabbia HDD interna.

Antec DF500 recensione 6 696x392 - Antec DF500 RGB Recensione - Il nuovo case Dark Fleet

La parte frontale è quella più particolare, con un pannello trasparente in pexiglass e alcune fessure laterali per mostrare l’illuminazione e ottimizzare l’aerazione.

Interno – Antec DF500

Passando alla analisi dell’interno, il nuovo Antec DF500 usa un layout simile agli ultimi case dell’azienda. Il telaio misura 470 mm x 200 mm x 480 mm (D x L x H) ed è compatibile con le schede madri ATX, Micro-ATX e Mini-ITX. Non ha problemi a gestire componenti di grandi dimensioni, vengono supportate schede grafiche con una lunghezza fino a 380mm, può ospitare anche dissipatori per CPU con un’altezza fino a 165 mm e alimentatori con una lunghezza massima di 200 mm. In termini di raffreddamento, DF500 RGB offre spazio per tre ventole da 120 mm o due da 140 mm nella parte anteriore, tre da 120 mm o due da 140 mm nella parte superiore e una da 120 mm nella parte posteriore.

Antec DF500 recensione 4 324x160 - Antec DF500 RGB Recensione - Il nuovo case Dark Fleet Antec DF500 recensione 7 324x160 - Antec DF500 RGB Recensione - Il nuovo case Dark Fleet

Il copri alimentatore è di grandi dimensioni e nasconde l’intera zona inferiore del case, grazie al taglio frontale è possible installare un radiatore da 360 mm per tutti gli amanti degli impianti a liquido.

Antec DF500 recensione 3 696x392 - Antec DF500 RGB Recensione - Il nuovo case Dark Fleet

Per lo storage è presente una gabbia HDD con due slot per unità da 3,5″ o 2,5″ e due ulteriori staffe per SSD da 2,5″. Sul retro del vassoio della scheda madre è installato anche il controller RGB standard, a cui possono essere installate e gestite ulteriori ventole RGB.

Antec DF500 RGB è un buon case mid tower con un prezzo competitivo se consideriamo la presente delle tre ventole RGB e del controller dedicato. Non ci ha convinto leggermente la qualità del pannello frontale ma nel complesso non possiamo lamentarci. Il case è estremamente completo e offre tutte le caratteristiche necessarie alla maggior parte degli appassionati.

Antec DF500 RGB Recensione – Il nuovo case Dark Fleet
Valuta articolo

Matteo Carrara
Appassionato di videogiochi e hardware fin da piccolo, legato in particolare alla saga di Mass Effect.