TrackMania Turbo - Recensione
TrackMania Turbo - Recensione

TrackMania Turbo – Recensione

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

maxresdefault

Sviluppato dallo studio francese NADEO, ritorna a tutta velocità Track Mania con il nuovo capitolo Turbo offrendo come da tradizione corse al cardiopalma e acrobazie di tutti i tipi.

Storia

Track Mania è un gioco fortemente basato sulla competitività tra giocatori, ponendo come fulcro dell’esperienza l’obbiettivo di percorrere un percorso da punto A ad un punto B nel minor tempo possibile. La modalità campagna di questo nuovo capitolo vanta ben 200 tracciati divisi in quattro categorie diverse:

• Grand Canyon Drift
• Down and Dirty Valley
• Rollercosaster Lagoon
• International Stadium

Tutte divise per ambientazione e difficoltà crescente. A loro volta ognuna di queste categorie è suddivisa in gruppi da 10 tracciati ciascuno, i quali per essere sbloccati richiedono un certo numero di medaglie acquisibili tramite superamento di un certo record nelle piste già sbloccate (ogni pista presenta 3 medaglie, bronzo, argento, oro, più una alloro).
Come già accennato nell’introduzione Track Mania è da sempre un gioco fortemente basato sul multiplayer ed in particolare sulla modalità Time Attack, infatti ad ogni completamento della tracciato oltre alla medaglia ottenuta, qualora superassimo un certo record della pista, il nostro tempo verrà registrato su una leaderboard suddivisa per regione, nazione ed infine mondiale.
Non mancano inoltre gradite novità come la nuova modalità della campagna Double Driver, la quale permette di affrontare la campagna con gli amici ma con una simpatica variante, ovvero mettendo alla guida dello stesso veicolo un minimo di due giocatori ad un massimo di quattro, rendendo il tutto ancora più pazzo e divertente.
Il sistema di guida è rimasto tanto semplice quanto efficace, delegando il tutto alle frecce direzionali sia per accelerare\frenare che per girare.

TMT_Canyon-1.png

Multiplayer

In questa modalità sono presenti 3 modalità principali più alcune varianti sbloccabili tramite una serie di pulsanti. Queste sono:

• Hot Seat, basati su una serie di corse in successione con un massimo di 16 giocatori
• Arcade, nella quale bisogna battere i primi 10 tempi del tracciato avendo a disposizione solo 3 tentativi
• Spit Screen, classica modalità di gioco a schermo condiviso fino a 4 giocatori

TrackBuilder

Infine torna il tradizionale editor di tracciati con il quale è possibile sbizzarrirsi nel creare tracciati folli e ricercati. È possibile scegliere l’ambientazione e quindi il set di pezzi con cui costruire il tracciato fra quelli proposti per la campagna.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Potrebbero Interessarti

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti

Le migliori configurazioni PC per Microsoft Flight Simulator – Ottobre 2021

Microsoft Flight Simulator 2020, come abbiamo scritto anche nella nostra recensione, è un titolo visivamente maestoso, uno dei giochi graficamente migliori che abbiamo mai provato. …

Migliori Router Gaming | Guida Ottobre 2021

Abbiamo scandagliato per voi il mercato alla ricerca dei migliori router gaming acquistabili al giorno d’oggi.

PC Gaming 800-850 euro: Migliori configurazioni Intel e AMD | Ottobre 2021

Assemblare un PC Gaming da 800 euro vuol dire costruire una configurazione di alto livello, che vi permetterà di ottenere i 60 fps a 1080p. …

Ryzen 9 5900X vs Core i9 10900K: Qual è il migliore? – Prestazioni a confronto

Il processore è uno dei componenti più importanti di una configurazione per un PC da gaming e, come sempre, la scelta tra le soluzioni AMD …

Hai domande o vuoi una build personalizzata? Contattaci