L’anno scorso, Steelseries ha sorpreso tutti con la nuova linea di headset da gioco Arctis, conquistando i gamer più accaniti e anche la critica. Quest’anno perfeziona ulteriormente i suoi prodotti rilasciando la linea SteelSeries Arctis Pro, proponendo headset da gioco ancora più formidabili con un DAC di altissima qualità.

La linea Arctis Pro ha tre diversi modelli: Arctis Pro, Arctis Pro + GameDAC e Arctis Pro Wireless. Per la nostra recensione analizzeremo il modello Arctis Pro + GameDAC, che viene venduto ad un prezzo di € 279,99. Questo headset come si evince anche dal prezzo è pensato per i giocatori molto esigenti, che cercano il meglio sul mercato senza guardare al portafoglio.

Caratteristiche

All’interno dell’ottima confezione, troviamo: le cuffie Arctis Pro, il GameDAC, un cavo principale per collegare le cuffie al GameDAC, un cavo audio USB per collegare il GameDAC al PC o PS4, un cavo ottico Toslink per la PS4, un adattatore da 3,5 mm a 4 poli per usare le cuffie con i dispositivi mobili, un filtro pop per il microfono e infine i consueti manuali. Il bundle è buono anche se sarebbe stato bello trovare dei cuscinetti di ricambio per gli auricolari.

ARCTIS PRO + GAMEDAC si basano sul design delle precedenti Arctis 7, eccezionale sotto ogni aspetto e di alta qualità. La fascia esterna è realizzata in acciaio e alluminio per rendere la struttura esternamente solida, la parte superiore è ricoperta da un tessuto elastico lo stesso usato sugli occhiali da sci. Questa fascia elastica è regolabile e all’evenienza può essere sostituita o lavata, questa rende l’headset più confortevole perchè assicura che la parte superiore della testa non tocchi direttamente la fascia in metallo.

I cuscinetti auricolari sono ben imbottiti e in particolare usano un tessuto estremamente traspirante e morbido. Sono molto confortevoli e non fanno sudare anche dopo lunghe sessioni di gaming. I cuscinetti possono essere facilmente sostituiti, sul sito ufficiale SteeelSeries sono acquistabili anche nella versione in pelle, anche se sarebbe stato meglio un paio di ricambio dentro la confezione oltre ad un sistema di sgancio migliore.

I padiglioni possono essere ruotati di 90° ed esternamente hanno una placca magnetica rimovibile con una superficie gommata, morbida e bella al tacco. Sempre sul sito ufficiale Steelseries è possibile acquistare un set personalizzato per cambiare ulteriormente il design dell’headset. I padiglioni hanno anche una striscia LED RGB che li circonda completamente, colori ed effetti sono personalizzabile tramite software o via DAC.

Sul padiglione sinistro è presente un pulsante di disattivazione del microfono e una comoda rotella per la regolazione del volume. Il microfono bidirezionale ClearCast è flessibile e retrattile, è riconosciuto come uno dei migliori microfoni disponibili in un headset, di seguito un breve test.

Il microfono presenta inoltre un LED RGB che segnala se è disattivato, il colore di questo LED può essere personalizzato.

GameDAC

Dopo aver analizzato l’headset vero e proprio, ora passiamo al GameDAC. Il GameDAC è una scheda audio esterna, una parte essenziale delle Arctis Pro e uno dei motivi per il prezzo così elevato. Questo DAC usa il chip Saber ESD 9018Q2C che si trova nei prodotti di fascia alta e garantisce una qualità audio eccezionale con 121 dB di gamma dinamica e -115 dB THD + N.

Il GameDAC non necessita di driver per funzionare, infatti basta collegarlo al PC per poter gestire tutte le impostazioni tramite il pannello OLED. Purtroppo il DAC ha un superficie superiore in plastica lucida, facilmente graffiabile.

Il DAC presenta una grande rotella per controllare il volume o navigare le impostazioni, oltre ad un pulsante per attivare/disattivare il surround DTS: X. Quest’ultimo arriva alla v2.0 e regala un audio surround virtuale per una maggior immersione durante il gaming o la visione di film.

Come porte troviamo una USB proprietaria per le cuffie, una micro USB per collegare e alimentare il DAC al PC o PS4, un porta ottica e due jack audio 3.5mm.

Il GameDAC ha due modalità principali, una “normale” e una “Hi-Res”. Quando si usa la seconda si ottene la massima qualità possibile ma vengono disattivate diverse funzionalità come il DTS Headphone: X 2.0 e la ChatMix. Diversamente in modalità normale il bitrate è limitato a 16-bit / 48 kHz, ma abbiamo tutte le funzionalità avanzate.

ChatMix è una funzionalità interessante, infatti consente di regolare separatamente il volume del gioco e di Discord, così da gestire al meglio i volumi senza dover modificare singolarmente le impostazioni del mixer di Windows. Altre funzionalità utili sono l’equalizzatore e il sidetone, quest’ultima consente di sentire in tempo reale la propria voce per evitare di urlare durante una partita competitiva.

Prestazioni audio

SteelSeries Arctis Pro usano dei driver al neodimio da 40mm con una risposta in frequenza di 10-40.000 Hz e impedenza di 32 Ohm. Sono inoltre certificate Hi-Res per ascoltare la migliore qualità audio dei file WAV, FLAC e DSD senza perdita di dati, grazie al supporto nativo del GameDAC da 96 kHz a 24 bit. Ma realmente come si comportano?

Dopo aver amato le originali Arctis, questa versione Pro migliora tutto. Steelseries ha lavorato per offrire un suono estremamente bilanciato, nitido e dettagliato su ogni singolo spettro di frequenza. Non è merito solo del GameDAC, anche utilizzando altri DAC, l’headset mantiene un ottimo suono.

Un suono ben bilanciato si traduce sempre in un buon posizionamento spaziale, le Arctis Pro fanno questo lavoro in modo eccezionale. Il suono bilanciato e neutro si trasmette anche alla musica, il suono è ricco, pulito e dettagliato.

Il nuovo DTS Headphone: X 2.0 rappresenta un notevole passo in avanti rispetto alla prima generazione, il suo è più coinvolgente ma meno preciso nei videogiochi competitivi, quindi il nostro consiglio è provarlo e vedere se piace, bisogna anche considerare che non è attivabile in modalità Hi-Fi.

Conclusioni

SteelSeries migliora ulteriormente un linea di prodotti eccezionale, le Arctis Pro sono tra i migliori headset da gioco e non solo sul mercato.

Il design è perfezionato con una fascia in acciaio ed elementi in alluminio che rendono la struttura più resistente e di qualità. Come comfort sono tra le cuffie più confortevoli grazie a buone imbottiture e sopratutto alla fascia sospesa in tessuto. Inoltre le cuffie possono essere personalizzate, non solo come retroilluminazione RGB, ma anche fisicamente con i bundle venduti separatamente.

Una delle caratteristiche fondamentali è il GameDAC, una scheda audio eccezionale dotata di un ottimo chip DAC (ESS Sabre 9018Q2C), un display OLED e una ricca lista di funzionalità che permettono di ottenere il massimo dalle cuffie Arctis Pro.

Il suono è stato ulteriormente perfezionato, ora l’audio è più raffinato con bassi più profondi, medi puliti per un risultato più ampio e dettagliato. Anche il microfono è migliore, assicura una voce pulita, adatto anche per lo streaming.

Il prezzo è di sicuro elevato, ma abbiamo davanti una delle migliori soluzioni audio per il gaming attualmente sul mercato. Per un prossimo modello o revisione, consigliamo a SteelSeries di cambiare il materiare superiore del DAC, oltre ad inserire nella confezione dei pad aggiuntivi di ricambio.

Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 19 Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 17

5.0
01