Senran Kagura Estival Versus – Recensione




Al giorno d’oggi chiunque conosca un minimo la cultura nipponica può facilmente intuire dalla sola copertina cosa aspettarsi da un videogioco. Tra la moltitudine di titoli che sempre più arrivano da noi in occidente sono ormai massicciamente presenti quelli con componenti che poco farebbero felici le nostre nonne! Tralasciando le facili battute, il gioco di cui parliamo oggi è un titolo che fa del fan service più spinto il suo cavallo di battaglia ma che comunque non disdegna il lato divertimento.

Senran Kagura Estival Versus è un titolo molto particolare rivolto ad una nicchia molto piccola di fedelissimi fan che non solo amano i giochi in stile anime ma che non disdegnano quel fan service che dona al gioco quel pizzico di ilarità e piccantezza che non guastano mai. Come è lecito aspettarsi Senran Kagura Estival Versus non brilla particolarmente per la sua trama, che diversamente dal passato risulta ancora più leggera e meramente di contorno alle vicende. La storia è suddivisa in archi narrativi dedicati ogni volta ad una ninja differente pur mantenendo una storia di fondo.

Ma passiamo a quello che è il cuore pulsante del titolo, il suo gameplay. Questo all’apparenza si presenta come un qualunque mosou che vede il giocatore vestire i panni delle sexy ninja, in totale sono 25, e dover eliminare a suon di poderosi colpi orde di nemici con un boss finale per ogni stage. Nonostante questa premessa non proprio esaltante, il gameplay di Senran Kagura Estival Versus è molto divertente in quanto è veloce, ricco e abbastanza dinamico. Infatti il giocatore potrà affrontare il titolo sia con un approccio spensierato, premendo completamente a caso i tasti di attacco, che con un approccio più ragionato e mirato poiché per ottenere bonus a fine di ogni livello sarà necessario completarli con un certo punteggio, raggiungibile solamente eseguendo un buon numero di combo ed azioni speciali durante i combattimenti. Tra le meccaniche utili per raggiungere tale obbiettivo vi sono scatti, parate ed una nuova schivata, che eseguita con il giusto tempismo permette di rallentare il tempo per qualche secondo così da poter infliggere ulteriori danni ai sfortunati malcapitati.

Come ciliegina sulla torta a sottolineare  ancora di più il fan service c’è la Dressig Room, che come suggerisce il nome è una modalità dove potremo sbizzarrirci a giocare con le nostre sexy ninja, cambiandogli i vestiti e “molto di più”.

Dal punto di vista tecnico il gioco è bello da vedere con i modelli delle eroine piuttosto dettagliati ed una buona varietà di nemici. Anche il frame rate è stabile sui 60 fps. Peccato invece per una generale mancanza di impostazioni grafiche e per la risoluzione impostabile fino ad un massimo di 720p.

Per tirare le somme possiamo tranquillamente dire che Seran Kagura Estival Versus è un gioco che diverte senza molte pretese e che offre delle sane botte da orbi ad opera di procaci quanto disinibite e succinte donzelle, ma soprattutto può far felici anche quelli che non si sono mai avvicinati ad un gioco simile.

Senran Kagura Estival Versus
7
Senran Kagura Estival Versus
Pro
  • Gameplay Divertente e Vario
  • Doppiaggio In Inglese e Giapponese
Contro
  • Impostazioni Grafiche Povere
  • Totalmente in Inglese
  • Risoluzione Massima 720p
  • Voto Finale
    7
Categorie
RecensioniRecensioni Videogiochi

ARTICOLI CORRELATI