Introduzione

Recentemente lancio sul mercato l’NZXT H400i è uno dei nuovi case dell’ultimissima serie H di NZXT.

La nuova serie H incorpora la visione di NZXT per un assemblaggio moderno del proprio PC, un’evoluzione rispetto a quanto siamo abituati. Vengono proposti tre diversi modelli (H700i, H400i e H200i) che si differenziano principalmente in dimensioni, e sono disponibili in quattro combinazioni di colore per soddisfare le varie preferenze degli utenti.

NZXT H400i recensione 2 696x392 - NZXT H400i - Recensione

NZXT H400i è un case mid tower di dimensioni contenute (W: 210mm H: 417mm D: 421mm) e supporta solamente schede madri Mini-ITX e MicroATX. La costruzione principale è in solido acciaio SECC di buono spessore, mentre su lato è presente l’immancabile finestra in vetro temperato ma questa volta completamente trasparente.

NZXT H400i recensione 3 696x392 - NZXT H400i - Recensione NZXT H400i recensione 4 696x392 - NZXT H400i - Recensione

Il design generale mantiene le linee caratteristiche di NZXT, quindi il case è estremamente minale e moderno. Il pannello frontale è completamente piatto e sempre in acciaio, caratterizzato solamente dal logo NZXT in basso. Mentre sui lati sono presenti alcune griglie d’aerazione per migliore il ricircolo d’aria delle ventole frontali.

NZXT H400i recensione 5 696x392 - NZXT H400i - Recensione

Diversamente il pannello superiore è completamente forato e coperto da un filtro antipolvere magnetico per evitare un eccessivo accumulo di polvere all’interno. Qui troviamo le varie porte I/O che sono due USB 3.1 di colore viola, due jack da 3.5mm per connettere cuffie e microfono ed il pulsante di accensione.

NZXT H400i recensione 7 324x160 - NZXT H400i - RecensioneNZXT H400i recensione 6 324x160 - NZXT H400i - Recensione

Le parti posteriori e inferiori dello chassis sono abbastanza convenzionali, per il montaggio dell’alimentatore viene impiegata una staffa rimovibile e troviamo un classico filtro antipolvere.

NZXT H400i recensione 8 696x392 - NZXT H400i - RecensioneNZXT H400i recensione 16 696x392 - NZXT H400i - Recensione

NZXT H400i può ospitare fino a 4 ventole da 140 mm e 1 da 120mm, mentre preinstallate sono tre NZXT Aer F120 da 120 mm, due frontalmente e una posteriormente per un flusso d’aria ottimale. Parlando di impianti a liquido, il case supporta al massimo radiatori da 280mm nella parte frontale, invece per chi vuole montare un dissipatore CPU ad aria l’altezza massima è di 164mm.

NZXT H400i recensione 11 696x392 - NZXT H400i - Recensione NZXT H400i recensione 9 324x160 - NZXT H400i - RecensioneNZXT H400i recensione 10 324x160 - NZXT H400i - Recensione

All’interno troviamo un copri alimentatore ulteriormente aggiornato per migliorare l’aerazione, la compatibilità con radiatori push/pull e il cable management. Sono preinstallati tre bay da 2.5″, due dietro al vassoio della scheda madre e uno sul copri alimentatore, mentre viene supportato solamente un drive da 3.5″ che deve essere fissato senza bay di fianco all’alimentatore.

NZXT H400i recensione 13 696x392 - NZXT H400i - Recensione

NZXT H400i ha incorporata una striscia a LED RGB nella parte alta e nel bundle è inclusa una seconda striscia RGB magnetica che può esser posizionata a piacimento sul telaio.

NZXT H400i recensione 12 696x392 - NZXT H400i - Recensione

Ogni case NZXT H include un nuovo controller per gestire digitalmente, tramite software CAM, l’illuminazione RGB e le prestazioni delle ventole. L’esclusiva funzionalità riduzione del rumore adattativa utilizza un sensore di rumore integrato, per misurare i dettagli specifici d’uso del sistema e trovare l’equilibrio ideale tra velocità delle ventole e raffreddamento, con una riduzione del rumore fino al 40%.

NZXT H400i recensione 14 696x392 - NZXT H400i - Recensione

Un’altra caratteristica importante e originale è il nuovo sistema di gestione dei cavi. Dietro al vassoio della scheda madre sono presenti delle canaline passacavi e fascette in velcro per rendere il cablaggio migliore e più semplice.