be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

Be quiet! è tra le aziende leader quando si cercano prodotti silenziosi e di qualità. Diversamente dagli altri case, questo nuovo Pure Base 500DX si concentra a migliorare aerazione e design.

Esterno

Pure Base 500DX è molto diverso dai sui fratelli, abbiamo un pannello completamente in mesh per assicurare un’ottima aerazione, ma anche esteticamente è moderno e futuristico oltre ad essere il primo ad integrare realmente una retroilluminazione RGB.

be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

Il case presenta due strisce con 14 LED indirizzabili individualmente nel frontale e una striscia con 10 LED nella cornice superiore, il risultato è sorprendente e illuminano bene l’interno soprattutto se sì sceglie il case di colore bianco. Sono preconfigurati vari effetti e colori, il tutto gestibile facilmente con il pulsante dedicato nel pannello I/O superiore.

be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

Parlando di quest’ultimo troviamo finalmente una USB 3.1 Gen. 2 Type C con velocità dati fino a 10 Gigabit al secondo e una USB 3.0, oltre al pulsante RGB è presente un grosso pulsante di accessione e i due classici jack audio.

be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

Per il resto Pure Base 500DX è molto simile se non identico al Pure Base 500, lo chassis misura solo 450 x 231 x 443 mm, dimensioni estremamente compatte per un case ATX.

Pure Base 500DX è il primo case be quiet! ad essere progettato con il flusso d’aria elevato come obiettivo principale. Questo è assicurato dal pannello frontale ottimizzato e alle tre ventole Pure Wings 2 140 mm preinstallate che assicurano anche silenziosità ai massimi giri.

La parte superiore è caratterizzata da un filtro anti-polvere magnetico rimovibile e supporta due ventole da 120mm o 140 mm oltre ad un radiatore da 240mm.

be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

La parte inferiore del case ha un filtro anti-polvere che si estende per tutta la lunghezza e si può facilmente estrarre dalla parte anteriore. Qui sotto possiamo vedere l’enorme griglia dell’alimentatore e i quattro piedini gommati che mantengono stabile lo chassis.

La parte posteriore ha un layout tradizionale, sul fondo è presente l’alloggiamento dell’alimentatore con una staffa rimovibile per facilitare l’installazione. Sopra sono presenti i sette slot di espansione con relative coperture rimovibili, mentre sopra ancora c’è la griglia di aerazione della ventola da 140 mm preinstallata.

Il pannello laterale principale è in vetro temprato trasparente che mette in bella mostra l’interno. Il vetro è fissato con il classico sistema a quattro viti a testa zigrinata, mentre il pannello normale in acciaio mantiene sempre il materiale fonoassorbente per migliorare la silenziosità.

Interno

Pure Base 500 sfrutta al massimo lo spazio dettato dalle sue dimensioni compatte. Con il supporto a schede madri ATX, schede grafiche fino a 369 mm, dispositivi di raffreddamento della CPU fino a 190 mm, il case può ospitare hardware di fascia alta senza problemi.

be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

Il copri alimentatore nasconde perfettamente i cavi e l’alimentatore e la sua griglia aiuta a non far stagnare aria calda nella parte inferiore del case. Nascosta è presente una gabbia per HDD che consente di installare fino a due unità da 3,5“ (o un’unità da 2,5”), questa può essere rimossa per installare un radiatore da 360mm nella parte anteriore. Due SSD aggiuntivi possono essere fissati dietro il vassoio della scheda madre, mentre una staffa nella camera principale supporta altri due SSD. In totale, si possono montare fino a cinque SSD, o due HDD e quattro SSD contemporaneamente.

La gestione dei cavi è semplificata dalla copertura dell’alimentatore, cinturini in velcro inclusi e numerosi occhielli sul retro del vassoio della scheda madre. Il supporto SSD funge anche da passthrough per i cavi che vanno dal retro del case alla scheda madre o alla scheda grafica ed è rimovibile per facilitare il processo di installazione.

Conclusione

Pure Base 500DX è il primo case be quiet! ad avere come obiettivo principale il flusso d’aria senza però perdere la silenziosità. Il telaio ottimizzato e le tre ottime ventole Pure Wings 2 assicurano ottimo flusso d’aria e affidabilità, un perfetto equilibrio tra prestazioni e silenziosità.

be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

Pure Base 500DX migliora il già ottimo Pure Base 500, grazie al design futuristico con un’ottima retroilluminazione RGB. Il case offre dimensioni compatte ma senza però perdere versatilità, si possono installare radiatori da 360mm, schede grafiche fino a 369 millimetri, dissipatori CPU fino a 190 mm e fino a cinque SSD o due HDD.

Come qualità costruttiva ci sono dei compromessi ma il risultato è comunque ottimo, il case è solido e rifinito bene in ogni suo dettaglio. La colorazione bianca è molto moderna e mette in risalto i LED RGB oltre ai componenti interni del nostro amato PC.

be quiet! Pure Base 500DX – Recensione

L’unica caratteristica che non ci ha convito è il sistema di fissaggio del pannello in vetro, ormai antiquato, ma sorvolabile considerando tutto il resto.

Pure Base 500DX è un case estremamente consigliato e la piccola differenza di prezzo con l’originale è ampiamente giustificata. Pure Base 500 rimane sempre orientato per chi vuole la massima silenziosità, mentre questo 500DX è un modello più moderno e funzionale adatto a molti più appassionati.

Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 19
Alphacool Eisberg 240 CPU - Recensione 17

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti