Bioware ha puntato molto su Anthem, gioco che doveva segnare il rilancio della software house dopo un Mass Effect: Andromeda con troppi problemi tecnici, pur essendo nel complesso un buon prodotto. Anthem riesce a fare meglio di Andromeda sotto l’aspetto tecnico? Leggete la nostra recensione per scoprirlo.

Comparto tecnico, Impostazioni e Requisiti di sistema

Anthem presenta un buon numero di impostazioni grafiche, bene o male sono presenti tutte quelle essenziali, questo ci permette di poter smanettare un po’ per trovare il perfetto equilibrio fra resa grafica e prestazioni. I preset disponibili sono 4: Ultra, Alto, Medio e Basso, insomma quelli classici.

Il gioco supporta unicamente le DX 11, e sinceramente siamo rimasti un po’ delusi da questo, ci aspettavamo anche il supporto alle DX 12. Graficamente abbiamo poco da dire, il livello qualitativo, soprattutto delle ambientazioni, è altissimo. Durante il volo, il colpo d’occhio generale è uno dei più belli che abbiamo mai visto, le ambientazioni sono davvero il punto di forza dell’intero reparto tecnico. Purtroppo però questo discorso vale solo se si settano le impostazioni da Alto in su, già utilizzando il preset Medio la qualità visiva cala abbastanza vistosamente, facendo perdere al gioco quella qualità che lo differenzia dagli altri titoli, e il guadagno in termini di fps non giustifica questo calo della resa grafica.

I requisiti di sistema sono i seguenti:

Requisiti Minimi:

  • Sistema operativo: Windows 10
  • Processore: Intel Core i5 3570 o AMD FX-6350
  • RAM: 8 GB
  • VRAM: 2 GB
  • Scheda video: NVIDIA GTX 760, AMD Radeon 7970 / R9280X

Requisiti Consigliati:

  • Sistema operativo: Windows 10
  • Processore: Intel Core i7-4790 (3,6 GHz) o AMD Ryzen 3 1300X (3,5 GHz)
  • RAM: 12 GB
  • VRAM: 4 GB
  • Scheda video: NVIDIA GTX 1060, AMD RX 480

I requisiti consigliati sono più o meno fedeli, un hardware di quel tipo vi permetterà di giocare in 1080p utilizzando il preset Alto. I requisiti minimi invece rispecchiano l’hardware di cui avrete bisogno per giocare utilizzando il preset Medio.

Performance

Configurazione di prova:

  • CPU: I5 6500
  • GPU: RX 480
  • RAM: 8 GB
  • VRAM: 4 GB

Le performance di Anthem sono molto instabili: in alcune zone potevamo anche superare i 60 fps, in altre invece eravamo molto vicini ai 30. Questo succede perché il gioco presenta molte ambientazioni e situazioni differenti, quindi è ovvio che in alcune possano esserci più dettagli pesanti e in altre meno. Certo, in Anthem questa differenza di prestazioni è troppo marcata, e risulta fastidiosa mentre si gioca. Anthem è un gioco molto esigente in termini di hardware, soprattutto lato GPU. Con la nostra configurazione di prova, utilizzando il preset Alto, il gioco è risultato giocabile mantenendosi sui 40-50 fps, con alcuni cali sotto i 40. Con il preset Medio le prestazioni migliorano, portandosi più verso i 60 fps, anche se raramente stabili. La differenza di qualità visiva, in confronto al preset Alto, però si sente, mentre la differenza nelle prestazioni non è cosi grande, parliamo di un aumento del 15-18%. Il preset Basso invece ve lo sconsigliamo totalmente, la resa grafica peggiora troppo e il gioco avrà comunque dei cali sotto i 60 fps. Qui sotto vi lasciamo un grafico dove potete vedere gli fps medi e minimi dei differenti preset, dovete però prendere quei dati come indicativi perché le prestazioni sono molto instabili, quindi in alcune missioni potreste avere più fps e in altre meno.

Conclusioni e Screenshot

Anthem è un gioco molto esigente e dalle prestazioni instabili, al contempo però presenta delle ambientazioni mozzafiato con un colpo d’occhio notevole, che giustificano le alte richieste in termini di hardware. Seppur quindi giustificate, le richieste hardware rimangono alte, quindi ve lo consigliamo unicamente se possedete un PC superiore o di poco inferiore alla nostra configurazione di prova, giocarlo con un hardware inferiore vorrebbe dire perdersi molta della qualità visiva di Anthem.

Valuta