Nel loro ultimo post sul blog Steam, Valve ha confermato che la società non accetta più Bitcoin come metodo di pagamento perchè le commissioni di transazione sono in aumento, i prezzi cambiano rapidamente e vi è difficoltà nel rimborsare gli utenti.

Di seguito è riportata la dichiarazione completa di Valve sulla rimozione di Bitcoin dalla piattaforma Steam.

“A partire da oggi, Steam non supporterà più Bitcoin come metodo di pagamento sulla nostra piattaforma a causa delle elevate commissioni e della volatilità del valore di Bitcoin.
Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad un aumento della volatilità del valore di Bitcoin e ad un aumento significativo delle commissioni per l’elaborazione delle transazioni sulla rete Bitcoin. Ad esempio, le commissioni di transazione addebitate al cliente dalla rete Bitcoin sono salite alle stelle quest’anno, arrivando a chiudere a $ 20 una transazione la scorsa settimana (rispetto a circa $ 0.20 quando inizialmente abbiamo attivato Bitcoin). Sfortunatamente, Valve non ha alcun controllo sull’importo della commissione. Queste commissioni comportano costi irragionevolmente alti per l’acquisto di giochi quando si paga con Bitcoin. Le elevate commissioni di transazione causano problemi ancora maggiori quando il valore di Bitcoin diminuisce drasticamente.

Storicamente, il valore di Bitcoin è stato volatile, ma il grado di volatilità è diventato estremo negli ultimi mesi, perdendo fino al 25% in valore su un periodo di giorni. Questo crea un problema per i clienti che cercano di acquistare giochi con Bitcoin. Al momento del check out su Steam, un cliente trasferirà x quantità di Bitcoin per il costo del gioco, oltre a una quantità di Bitcoin per coprire la commissione di transazione addebitata dalla rete Bitcoin. Il valore di Bitcoin è garantito solo per un certo periodo di tempo, quindi se la transazione non viene completata entro quella finestra di tempo, la quantità di Bitcoin necessaria per coprire la transazione può cambiare. La quantità che può cambiare è aumentata di recente fino a un punto in cui può essere significativamente diversa.

Dato che la commissione di transazione è così alta in questo momento, non è possibile rimborsare o chiedere al cliente di trasferire il saldo mancante (che di per sé rischia di sottopagare di nuovo, a seconda di quanto cambia il valore di Bitcoin mentre la rete Bitcoin elabora il trasferimento aggiuntivo).

A questo punto, è diventato insostenibile supportare Bitcoin come opzione di pagamento. Potremmo rivalutare Bitcoin in un secondo momento.
Continueremo a lavorare per risolvere eventuali problemi in sospeso per i clienti che sono interessati da pagamenti insufficienti o commissioni di transazione.

– The Steam Team”

Facebook Commenti
Loading...