A quanto pare Intel ha sottovalutato la minaccia di AMD con Ryzen

Intel adesso dovrà correre ai ripari




AMD ha lanciato da poco i suoi nuovi processori Ryzen 7 e Ryzen 5, e stanno mettendo sotto pressione Intel sul mercato dei top di gamma.
AMD infatti è riuscita nell’intento di incrementare del 52% le istruzioni per ciclo se comparate con la scorsa generazione, e un tale salto del genere non è mai stato raggiunto negli ultimi 20 anni. Certamente i nuovi processori non stanno vincendo tutti i benchmark contro la concorrente, soprattutto in ambito gaming, ma li sta vincendo nella maggior parte di essi.
Sebbene per i professionisti del settore le nuove CPU firmate AMD sarebbero state addirittura meglio di quanto la gente preventivasse, i manager aziendali di Intel decisero di ignorare questa minaccia, fondamentalmente perché in casa AMD gli scivoloni non sono nuovi, e molto spesso hanno promesso al pubblico determinati risultati senza però mantenere la parola. Ma al momento Intel è nel panico, e non sa come correre ai ripari.
Per ora Intel si sta concentrando sui 10nm, mentre AMD ha addirittura preventivato che i prossimi successori di Zen saranno ingegnerizzati a 7nm, ma naturalmente un tale risultato prima del 2018 è ancora lontano.

 
Categorie
HardwareNews

ALTRI CONTENUTI