Hitman – Anteprima

IO Interactive torna alla ribalta con un nuovo seguito di Hitman, il celebre videogioco che ha come protagonista lo spietato assassino 47, in un nuovo capitolo che sembra volersi far...
SAPPHIRE R9 290 - Recensione 48

IO Interactive torna alla ribalta con un nuovo seguito di Hitman, il celebre videogioco che ha come protagonista lo spietato assassino 47, in un nuovo capitolo che sembra volersi far perdonare da chi Absolution non l’ha digerito. Vediamo in dettaglio cosa è stato mostrato.

Una Parola: Libertà

La parte più importante in un videogioco come hitman è il gameplay, e quello di quest’ultimo capitolo sarà alquanto vario e lascerà molto più spazio all’immaginazione del giocatore di quanto non sia mai stato fatto. Prendiamo ad esempio il celebre livello della villa di Parigi, dove la vittima è un certo Viktor, uomo ricchissimo, rispettato e conosciuto in tutto il mondo come imprenditore nel campo della moda, ma che in realtà nasconde di essere il capo di uno dei più grandi imperi della droga.
Quali strumenti a disposizione ha il giocatore? Per chi ama lo scontro diretto e veloce può scegliere fucili di precisione di vario tipo, pistole, fucili o addirittura esplosivi, mentre per chi ama la furtività e la pazienza ha a disposizione l’ambiente circostante, come ad esempio far cadere pesi, contrappesi o lampadari di sorta, ma anche coltelli, asce, cacciaviti, e così via,.

La villa parigina dove dovrà svolgersi l’omicidio sarà pullulante di guardie ogni dove, e appena varcato l’ingresso, non si può fare a meno di notare la quantità impressionante di civili. La IO ha sempre posto estrema cura su questo aspetto nei propri giochi, proponendo ambienti affollatissimi senza che le prestazioni in gioco non vengano irrimediabilmente compromessi, per cui è lecito aspettarsi che anche in questo caso la quantità di persone che affollavano il salone principale nella demo mostrata venga riproposta anche nella versione finale.

hitman-gamescom-atticshot_c6y3

Ecco che d’un tratto Viktor scende le scale della villa e si mette a parlare con un paio di persone, e il prode 47 lo origlia, scoprendo importanti informazioni, tra cui dove sta andando esattamente, fornendogli uno spunto per un’imboscata perfetta. Sfortunatamente questo posto si trova in una zona della villa vietata ai civili, per cui quale ghiotta occasione per testare il sistema di travestimento? Basta trovare un cameriere solitario, stenderlo e occultarne il cadavere in un baule, dandoci di fatto il lasciapassare per praticamente tutta la villa. Ma ecco che si presenta un altro ostacolo: uno dei piani della gigantesca dimora, dove sta andando Viktor, è accessibile solo previa perquisizione da parte di un paio di guardie, impossibile accederci quindi con la pistola nascosta in tasca. Come fare? La soluzione è alquanto semplice se coinvolgiamo un altro cameriere (involontario) il cui compito è portare delle cassette di frutta dal magazzino fino al piano superiore, in una delle quali la pistola è stata nascosta. Passata quindi l’ispezione delle guardie, 47 può procedere al piano superiore senza destare sospetti, ritrovare la cassetta di frutta e riprendersi la pistola. Opzioni del genere saranno all’ordine del giorno in Hitman, e starà appunto all’acume del giocatore identificare quale può essere l’opportunità migliore. Come già detto si potranno fare cadere pesi e lampadari facendo sembrare il tutto un innocente incidente, ma ci sarà anche la possibilità di prendere la vittima e buttarla giù da un balcone.

hitman-gamescom-security_m9xj

Sei furbo!

Discorso leggermente diverso per quanto riguarda l’IA con cui vengono gestiti i singoli individui. Che siano guardie, civili o camerieri ognuno di loro avrà una loro IA e agirà in maniera differente a seconda del comportamento del giocatore. Ad esempio, passare tra un cameraman e una giornalista che sta facendo una intervista farà solo infuriare quest’ultima, che chiederà quindi una nuova ripresa, allo stesso tempo inveendo malamente verso il protagonista pelato. Anche pigiare allarmi antiincendio disseminati ogni dove all’interno di un edificio può portare a conseguenze quanto prevedibili quanto caotiche, oppure giocare con interruttori della luce togliendola da una stanza può creare un diversivo efficace con cui poter attirare qualcuno che andrà a cercare di riaccenderla.

A proposito di diversivi, torna la mitica moneta, usata per distrarre qualcuno allontanandolo verso dove verrà lanciata, manomettere serrature oppure comprare bibite ai distributori (per farne cosa?).
Ma è alquanto interessante scoprire che personale addestrato come le guardie del corpo possano riconoscerci se gli passiamo sotto il naso più e più volte con travestimenti diversi, mandando in fumo la nostra copertura. In questo casi è sempre meglio ricordarsi davanti a chi siamo passati e con quale vestito.
Torna anche in questo capitolo la vista intuitiva, ma sarà totalmente opzionale e non necessaria, e starà al giocatore decidere o meno di usarla.

Poco e nulla purtroppo è stato parlato riguardo alla nuova natura open world del titolo, si sa solo che ci saranno parecchie città localizzate praticamente in tutte le parti del mondo nelle quali si possono accettare determinati contratti, ma come questo influenzi sul gameplay vero e proprio è ancora tutto da scoprire!

Il nuovo Hitman uscirà verso Marzo 2016.

Categorie
Anteprime

ARTICOLI CORRELATI