Deadbreed – Anteprima

Nell’affollato panorama dei MOBA spunta un nuovo titolo, che cerca di portare nuove idee al genere. Stiamo parlando di Deadbreed, gioco a tinte dark-gotiche sviluppato da un team indie svedese,...
Deadbreed - Anteprima 3




Nell’affollato panorama dei MOBA spunta un nuovo titolo, che cerca di portare nuove idee al genere. Stiamo parlando di Deadbreed, gioco a tinte dark-gotiche sviluppato da un team indie svedese, ma che vanta esperienza nel campo del videogame grazie al lavoro che hanno svolto con Just Cause. Vediamo insieme in questa anteprima quali sono le potenzialità e le innovzioni che questi ragazzi stanno creando con il loro gioco attualmente in Early Access su Steam.

VG247_DB_Image2-1152x648

La prima cosa che salta all’occhio giocando a Deadbreed è sicuramente la sua differenziazione rispetto agli altri giochi dello stesso genere. Dimentichiamoci paesaggi colorati e grafica fumettosa alla WoW, su Deadbreed è l’oscurità a farla da padrona. Già dalla schermata di login, strutturata a mo’ di cripta, si intuisce che l’idea che gli sviluppatori avevano in mente fosse proprio quella di portare sul mercato un titolo che si contraddistingueste per la sua vena horror. Gli eroi disponibili al momento, ma anche quelli che verranno aggiunti nei prossimi mesi, seguiranno la stessa linea stilistica, riprendendo il proprio aspetto da mostri tipici della pantheon fantasy e dell’immaginario horror generale. Stesso vale per la mappa presente, una sola al momento, ambientata in un vasto cimitero.

Deadbreed 2014-07-30 12-07-14-81
Oltre all’ambientazione che si discosta dai titoli del genere, anche il gameplay è stato implementato con diverse novità. Prima di tutto i personaggi; sono suddivisi in 3 “razze” o “breed” divise in day-breed, night-breed e hybrid. A seconda della razza ci saranno dei bonus quando sarà notte o giorno, a seconda del tipo di eroe che avete scelto, e alcuni hanno abilità più o meno potenti contro gli eroi di razza opposta.
I combattimenti saranno solo 3v3, e non ci saranno limitazioni di classi personaggi all’interno di entrambi i team. Duranti questi scontri trittici, i giocatori avranno modo oltre a combattere gli avversari ed aiutare i minion della proprio squadra a distruggere le torri nemiche, di affrontare delle side-quest, sia PvP che PvE. All’interno delle mappe saranno infatti presenti dei mini dungeon, da affrontare in solitaria, che faranno guadagnare gold ed esperienza. Altra particolarità del MobA in questione è la presenza di totem ed artefatti. I primi rispondono alla mancanza di pet alleati all’interno di questa tipologia di gioco, facendo scegliere al giocatore quale totem ( e quindi quale companion ) portare in battaglia al proprio fianco per sfruttarne le peculiarità offensive o difensive. Gli artefatti invece sono delle armi o pezzi di equipaggiamento che rimarranno con il giocatore anche al di fuori della partita, permettendo di equipaggiare lo stesso artefatto su ogni personaggio che si sceglie di giocare, e permettendo allo stesso artefatto di aumentare di livello guadagnando così potenza ed abilità varie, proprio come se fosse una sorta di pg alternativo.

Deadbreed-4

Ultima ma non ultima, fra le novità introdotte da Deadbreed è l’assenza del nexus. L’idea potrebbe far storcere il naso sulle prima ai fan più hardcore del genere MOBA, ma l’idea degli sviluppatori è tanto atipica quanto curiosa. Una volta che uno dei due team avrà fatto breccia nelle difese avversarie, entrerà all’interno di una zona, dove invece che il classico nexus da annientare, ci sarà il Sentinel avversario. Il Sentinel altro non è che un Boss enorme e mostruoso, scelto dal team, che non starà fermo a guardare mentre voi tenterete di annientarlo, ma risponderà colpo su colpo come un classico Boss fight tipico del genere mmorpg.

Deadbreed 2014-07-30 12-12-27-83
Come abbiamo visto il gioco si discosta non poco dai canoni dettati dal genere, ma al momento non mancano di certo delle pecche. Prima fra tutte il sistema di assegnazione gold/esperienza. Dal momento che bisogna attaccare ed uccidere minion ed avversari per poter guadagnare esperienza invece di esser solo nelle vicinanze mentre questi muoiono, rende molto difficile il ruolo da support. Certo è che il titolo è stato concepito fin dall’inizio con l’idea di renderlo un titolo molto hardcore ed altamente competitivo, e non escludiamo che al momento, essendo una versione Alpha, siano presenti personaggi support, questi non vengano rimossi o ricreati da zero, per eliminare questo genere di sotto-classe dal rooster dei personaggi, cosi come ci aspettiamo molte migliore ed innovazioni nel gameplay nelle patch future. Anche l’interfaccia è ancora migliorabile sotto tanti pounti di vista, così come il comparto aduio che al momento risulta abbastanza sotto tono rispetto ai titolo della concorrenza; ma eviterei di parlare nel dettaglio di certi argomenti dal momento che stiamo sempre e comunque parlando di una versione Alpha in Early Access, ed è normale per i giochi in stato embrionale avere certe mancanze. Vedremo come gli sviluppatori perfezioneranno il loro titolo nei prossimi mesi.

Deadbreed 2014-07-30 12-07-21-82

Attualmente il gioco è disponibile su Steam, acquistabile in diversi pacchetti che vanno dagli 8 ai 37 euro, consegnando al giocatore oltre che il gioco stesso, anche dei bonus come più personaggi giocabili fin da subito, monete d’argento con le quali sbloccare oggetti premium e diversi tipi di chiavi con i quali “affittare” per periodi di tempo più o meno lunghi vari tipi di equipaggiamento.

Visto lo stato attuale del gioco, e la sua natura di Early Access l’acquisto, almeno per il momento, è consigliato solo a chi è già un esperto del sottobosco dei MOBA, che ha voglia di provare un titolo alternativo sia dal punto di vista grafico, sia dall’esperienza di gameplay offerta.

Loading...
Categorie
Anteprime

ALTRI CONTENUTI