Introduzione

I giocatori di fascia Enthusiast si sa,  cercano sempre il meglio, in particolare nel settore grafico, ma allora quale GPU scegliere? Senza ombra di dubbio al momento, budget permettendo, la GeForce GTX 1080 Ti di Nvidia rimane la scelta migliore.
Se da un certo punto di vista ci si potrebbe “accontentare”, la Founders Edition ha tutti i requisiti essenziali per poter godere dei migliori effetti e qualità grafiche in gioco ma non è l’ideale quando parliamo di raffreddamento, rumorosità, frequenze reali e potenza, ed è proprio qui che i brand partner aprono il duello e si confrontano sulla customizzazione migliore ed oggi ci rivolgiamo a una delle più note schede sul mercato, precisamente con il modello Asus ROG Strix GeForce GTX 1080 Ti OC.

 

La scatola rimane simile alle altre versioni ROG STRIX ed al suo interno troviamo un manuale utente, un CD/DVD Driver, delle fascette e adattatori di alimentazione.

La scheda misura 29.8 cm di lunghezza e 13.4 cm di altezza, occupando ben due slot e mezzo come deliberatamente voluto da Asus per meglio dissipare il calore.

Il sistema di raffreddamento è gestito da tre ventole (certificate IP5X) da 92 mm collegate da una coppia di connettori a 4 pin per il controllo via software.
La funzionalità 0dB permette alle ventole di entrare di rimanere ferme quando la temperatura è al di sotto dei 55°, garantendo di conseguenza un minor livello di rumore e usura dei cuscinetti.

MAXCONTACT, una tecnologia di raffreddamento GPU, permette un contatto superiore con la superficie della GPU rispetto ai dissipatori di calore tradizionali, con un conseguente miglioramento di dissipazione termica,  implementando un diffusore di calore in rame a diretto contatto con la GPU stessa.

Base Clock e Boost Clock sono rispettivamente impostati a 1,569MHz e 1,683MHz con una memoria di 11GB GDDR5X ma per i più esigenti possiamo installare il software Asus GPU Tweak e attivare un profilo OC che aumenta ulteriormente il Boost Clock a 1,708MHz e imposta la memoria a 11,100MHz.

Il circuito di alimentazione è a 10+2 fasi alimentate con due connettori da 8 pin.

Dotate di illuminazione RGB Aura sul backplate, le schede grafiche ROG Strix sono in grado di proiettare milioni di colori e sei diversi effetti per un sistema di gioco personalizzato.
Con ASUS Aura Sync, la tecnologia di sincronizzazione RGB LED, possiamo accoppiare la nosta GPU con una scheda madre Asus gaming e personalizzare a nostro piacimento il nostro sistema di gioco.

Le porte HDMI VR-friendly permettono ai giocatori di godere facilmente di esperienze di realtà virtuale.

ASUS STRIX GTX 1080 TI OC – Recensione
Valuta

Indice