XPG lancia l’SSD GAMMIX S50 Lite PCIe Gen4 M.2 2280

XPG annuncia oggi l’unità a stato solido XPG GAMMIX S50 Lite PCIe Gen 4×4 M.2 2280. Con l’avvento delle reti 5G e il volume sempre crescente di dati elaborati, l’interfaccia PCIe Gen4 è un aggiornamento importante che porterà i dispositivi di archiviazione a un livello superiore. L’S50 Lite espande la serie GAMMIX S50 con una nuova opzione per gli utenti mainstream che desiderano sfruttare le potenzialità del PCIe 4.0.

XPG lancia l’SSD GAMMIX S50 Lite PCIe Gen4 M.2 2280

Dotato di un controller SM2267, l’interfaccia PCIe Gen4 ha anche il supporto all’NVMe 1.4. L’S50 Lite, quindi, può raggiungere prestazioni di lettura/scrittura sostenute fino a 3900/3200 MB/s. Offre inoltre prestazioni di lettura e scrittura casuali fino a 490/540 IOPS, offrendo agli utenti trasmissioni dati velocizzate per una maggiore produttività ed intrattenimento. Inoltre,​ grazie al controller SM2267 e al design termico ottimizzato, l’S50 Lite rimane fresco, per un’eccellente stabilità e durabilità. In​ combinazione con il Dynamic SLC Caching e l’Host Memory Buffer, l’S50 Lite offre prestazioni superiori a quelle degli SSD SATA. L’S50 Lite è retrocompatibile con il PCIe 3.0 per facilità d’uso e praticità.

Oltre alle sue caratteristiche e prestazioni, l’S50 Lite supporta la tecnologia per la correzione degli errori (LDPC) per rilevare e correggere una gamma più completa di errori, per trasferimenti più accurati ed ha una classificazione TBW (Total Bytes Written) più elevata. Inoltre, con la protezione dei dati end-to-end (E2E), supporto alla tecnologia RAID e la crittografia AES a 256 bit, l’S50 Lite garantisce la sicurezza ed integrità dei dati. Tutti i componenti racchiusi nell’S50 Lite hanno superato meticolosi protocolli, test e certificazioni per fornire un prodotto affidabile. L’S50 Lite è disponibile nelle varianti da 1 TB e 2 TB ed è coperto da una garanzia di 5 anni.

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti