Star Wars Battlefront 2 – Recensione

A seguito delle numerose polemiche avvenute nelle ultime settimane e che hanno travolto EA “accusata” di invogliare il gioco d’azzardo nei suoi ultimi titoli, sia in Need for Speed Payback che in Star Wars Battlefront 2 sono state disabilitate le micro transazioni. Come redazione ci teniamo a sottolineare che anche nelle prime versioni del gioco dove le famigerate micro transazioni erano presenti, queste non andavano ad intaccare quella che era la godibilità iniziale del titolo. Speriamo vivamente che da questa situazione EA sia capace di proporre prodotti più in linea con le aspettative del proprio pubblico pur non rinunciando ai propri interessi, proprio in virtù di questo in tutta libertà ci sentiamo di accordare fiducia nel publisher.

Quando si vanno a maneggiare proprietà intellettuali spinose come i brand particolarmente amati da una vasta platea non è mai facile trovare una via di mezzo che sappia mettere d’accordo tutti. Il nuovo capitolo di Star Wars Battlefront si trova in questa casistica dove i pericoli sono dietro ogni angolo e sbagliare è questione di poco. Per fronteggiare al meglio la sfida, Electronic Arts ha messo in piedi un titanico progetto frutto di una sinergia di ben tre studi di sviluppo, che per l’occasione hanno fatto carico di tutti quei feedback derivanti dal primo capitolo per confezionare un gioco quanto migliore possibile.

Alti e bassi: Campagna Single player

Le vicende narrate nella campagna singolo giocatore di Star Wars Battlefront 2 trovano la loro collocazione tra i film Il Ritorno dello Jedi e Il Risveglio della forza. La storia proposta segue le vicende inedite di Iden Versio, comandante dell’inferno Squad, feroce truppa d’èlite dell’Impero, il quale sarà chiamato ad eseguire una serie di compiti durante tutte le 13 missioni che compongono la campagna. Nonostante la buona realizzazione di questa componente, alcuni punti sono comunque da rivedere. La durata innanzitutto è veramente esigua, con un tempo di completamento della campagna che si aggira intorno alle 5h, ad aggiungersi alla lista dei difetti c’è anche la narrazione troppo spesso frammentata e che spezza il ritmo di gioco. Un vero peccato in quanto a fare da contraltare c’è una varietà di situazioni veramente appagante. Infatti alle classiche fasi sparatutto, con la possibilità di cambiare a nostro piacimento tra la prima e la terza persona, si aggiungono fasi a bordo di diversi veicoli tra cui i camminatori e gli X Wing.

Il vero cuore dell’esperienza: il multiplayer

Passiamo ora al vero cuore di Star Wars Battlefront 2, ovvero il comparto multiplayer. Al momento della recensione le modalità di gioco proposte sono soltanto 5, queste sono: “Assalto Galattico, Assalto Caccia Stellari, Eroi contro Malvagi, Attacco e Eliminazione.
Eliminazione non è altro che una classica modalità Deathmatch, nella quale due squadre da 10 giocatori si affrontano in duelli serrati per arrivare alla vittoria. Attacco invece propone uno scontro con obbiettivi che coinvolge un massimo di 16 giocatori i quali dovranno attaccare o difendere una serie di obbiettivi diversi. Eroi contro Malvagi è sicuramente la modalità di gioco che farà più felici gli appassionati della serie cinematografica, in quanto vede due squadre da 4 giocatori vestire i panni dei personaggi più iconici delle pellicole cinematografiche, che dovranno scontrarsi in battaglia con lo scopo di attaccare e difendere un VIP scelto tra le proprie file e quelle nemiche. Per chi cercasse invece modalità più ad ampio respiro ci sono Assalto Galattico e Assalto Caccia Stellari. Assalto Galattico per i veterani della saga di Battlefront, non è altro che la vecchia modalità Assalto Camminatori. In queste partite le squadre cominciano ad essere più sostanziose con un totale di 40 giocatori a partita i quali si dovranno scontrare in battaglie a lungo e medio raggio con l’obbiettivo di superare una serie di checkpoint. La buona varietà di questa modalità di gioco è garantita dalla presenza di un buon set di mappe che offrono una serie di ambientazioni per tutti i gusti. Assalto Caccia Stellari similmente ad Assalto Galattico propone delle battaglie aree con squadre da 12 persone ciascuna e nelle quali i giocatori saranno chiamati a difendere o distruggere determinati obbiettivi ma a bordo degli X Wing o dei Tie Fighter.
Tra le novità più importanti presenti in Star Wars Battlefront 2 sono le classi. Queste offrono sul campo di battaglia una maggiore personalizzazione dell’esperienza oltre a donare una maggiore tatticità a tutto il comparto. Queste sono: “Assaltatore, Soldato Pesante, Ufficiale e Specialista”. Ognuna di queste classi ha un proprio armamentario specifico oltre che a delle utili abilità.

Dubbi ed incertezze sulle Star Card

Come ultimo punto legato al comparto multiplayer vi parleremo del tanto criticato sistema di progressione legato alle Star Card. Cosa sono in soldoni queste Star Card? Al termine di ogni partita il giocatore ottiene un certo numero di crediti che può spendere per acquisire delle Loot Box nelle quali trovare queste Star Card. Tali carte generate in modo randomico hanno moltissimi utilizzi, tra i quali quello di potenziare i vari personaggi speciali, le classi, le abilità e via discorrendo. Tutta la critica a tale sistema è stata fondata sul fatto che chi possiede più carte risulta essere avvantaggiato rispetto a chi ne ha meno, favorendo così chi acquista le Loot Box non solo con la moneta di gioco ma anche con i soldi reali. Quello che vi possiamo dire è che durante le nostre prove il sistema non ci è parso chi sa poi quanto sbilanciato a favore di ipotetici compratori di Loot box, anzi con la normale progressione in gioco in poche ore di gioco si era sufficientemente competitivi.

Come gira?

Infine passiamo al lato tecnico. Star Wars è mosso dal potentissimo motore grafico Frost Bite Engine che in più di un’occasione non lesina colpi d’occhio davvero di grande impatto. Anche le prestazioni generali sono buone e sulla nostra configurazione di prova montante una GTX 970, [email protected] 3.4GHz e 8GB di RAM, il frame rate che si attestava quasi costantemente intorno ai 60fps con una risoluzione impostata sul full HD.

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti

Migliori Microfoni da tavolo, per cuffie | Guida Luglio 2021

Sul mercato sono disponibili veramente tanti microfoni: ecco a voi la nostra guida sui migliori microfoni acquistabili al giorno d’oggi!

M.2 NVME vs SSD SATA vs HDD – Quale scegliere e perchè

Al momento di creare la configurazione del proprio PC da gaming, o in fase di aggiornamento di alcuni componenti, è opportuno valutare con molta attenzione …

Migliori volanti per PC – Guida Luglio 2021

Gli appassionati di giochi di guida non possono rinunciare alla possibilità di puntare su uno dei migliori volanti per PC. Si tratta, infatti, di una …

I Migliori UPS Gruppi di Continuità per PC – Guida Luglio 2021

Scegliere il miglior UPS in base alle proprie esigenze richiede una valutazione attenta che deve partire dalle specifiche tecniche di quelli che sono i prodotti …

Hai domande o vuoi una build personalizzata? Contattaci