BattlEye tramite il twitter ufficiale ha confermato di aver bannato oltre 1 milione di giocatori di PlayerUnknown’s Battlegrounds nel solo mese di gennaio, affermando che “i cheater continuano ad aumentare” all’interno del gioco.

Circa un mese fa BattlEye aveva bandito oltre 1,5 milioni di giocatori, ma purtroppo gli imbroglioni sembrano essere ancora un problema anche dopo che sono state messe in atto nuove misure anti-cheat.

PUBG rimane il gioco più popolare di Steam con prevalenza di giocatori Cinesi e quest’ultimi accusati di essere la maggior parte dei cheater. Riuscirà BattlEye a risolvere completamente questa piaga?