Oculus – Bilancio 2020 e anticipazioni 2021

Il 2020 ha insegnato molto a Oculus e ai suoi team. Volgendo uno sguardo al 2021 si augura che il nuovo anno sia migliore del precedente, con l’obiettivo di costruire prodotti che offrano una presenza social significativa, con responsabilità e attenzione alla privacy

La dedizione di Oculus al suo lavoro non ha fatto altro che crescere durante lo scorso anno, quando le persone a livello globale sono state costrette a distanziarsi per rallentare la diffusione del COVID-19. Portal le ha aiutate a rimanere connesse, a festeggiare compleanni, matrimoni, lauree e molto altro. Durante le vacanze il numero di telefonate è stato uno dei più alti mai visti prima: quando le famiglie non potevano sedere insieme a tavola, Portal ha permesso loro di sentirsi un po’ più vicini.

Per la VR è stato un anno straordinario. Oculus Quest 2 è l’headset di Oculus in più rapida crescita, grazie alla convergenza dei principali fattori caratteristici della realtà virtuale e ai contenuti costruiti dalla comunità di sviluppatori. Quest 2 ha superato il numero di persone attive al mese del modello precedente in meno di 7 settimane, e sempre più persone lo usano per mantenersi in forma, giocare con gli amici e lavorare insieme. Oculus continua a diversificare la sua base di utenti: Quest 2 è l’headset con il maggior numero di utilizzatrici di sesso femminile.

La piattaforma ha anche implementato alcune modifiche al prodotto che sono state fondamentali per dare alle persone un’esperienza migliore e più sicura in VR – a partire dall’introduzione di un unico modo per accedere a Oculus utilizzando l’account Facebook, che rende più facile trovare, connettersi e giocare con gli amici in realtà virtuale. Questo accesso permette anche alla piattaforma di offrire esperienze social multiplayer abbinate a misure di sicurezza e privacy più forti. Nel 2021 verranno resi disponibili più opzioni e controlli su come presentarsi in VR, compresi i controlli sulla persona e sulla privacy.

Guardando al futuro, il team continuerà a concentrarsi sulle priorità strategiche di Oculus e sul potere della realtà virtuale e aumentata.

Qualche anticipazione da Facebook Reality Labs per il 2021:

Portare il social in primo piano
Quest’anno ci si muoverà per rendere le esperienze immersive più social con Facebook Horizon. E con l’evoluzione del concetto di ufficio, si costruisce la capacità di essere presente a livello social e in modo significativo negli spazi di lavoro virtuali. Portal è stato un vero eroe lo scorso anno, quando le persone lo hanno utilizzato per rimanere connesse durante il lavoro. Per questo, si rinnova l’impegno a espandere le capacità della VR di collaborazione e produttività e ad ampliare l’utilità di Portal sul posto di lavoro. Oculus continuerà a sottolineare i progressi compiuti verso il futuro del mondo del lavoro.

Impegno verso l’AR
Nel 2020 Oculus ha condiviso alcuni dei suoi lavori di ricerca su audio, input dato dall’AR e computer vision. I primi scorci sul futuro arriveranno prima di quanto si possa pensare, con il lancio del primo paio di smart glasses Oculus di Ray-Ban, in collaborazione con Luxottica.

Contemporaneamente, continua a costruire l’ecosistema attorno a queste tecnologie. La piattaforma Spark AR creator – solo un anno dopo l’apertura su Instagram – ha visto oltre 400K creator pubblicare effetti AR. Oculus è stata ispirata dalla loro creatività e per questo continuerà a espandere la piattaforma per l’espressione e la connessione in contesti social come le videochiamate in tempo reale o gli acquisti più informati. Lavorare sodo sulle basi, come la localizzazione e l’incremento nel mondo, per aiutare a definire il percorso verso i veri occhiali AR, stabilendo al contempo chiare aspettative sulla privacy. È solo l’inizio, ma l’intenzione è quella di dare ai creatori più cose da fare nell’AR e con maggiori capacità.

Il futuro della connessione
La missione di Facebook è dare alle persone il potere di costruire community e di avvicinare il mondo. Quest’idea è connaturata nel lavoro di Oculus ai Facebook Reality Labs ed è fondamentale nelle sue attività. Portal e Oculus continueranno ad essere risorse per i team che lavoreranno in remoto in modo permanente. La piattaforma continuerà a comunicare in modo trasparente, a sostenere la community di sviluppatori e a inventare e costruire prodotti che si connettono e portano un valore reale al mondo. Chi gestisce la tecnologia ha anche il compito di dimostrare che è sicura e pronta per una più ampia adozione da parte della società. Solo allora vedremo aumentare il comfort e l’utilizzo in ogni settore.

C’è molto da fare nel 2021, ma guardando al futuro Oculus è certa che alcune cose rimarranno una priorità, come la privacy e l’innovazione responsabile. La privacy sarà sempre presente in tutto il processo di progettazione della piattaforma, che continuerà ad evolvere il suo approccio. Quest’anno Oculus punta a raggiungere nuove vette e offrire nuovi stimoli che porteranno a una sempre maggiore adozione di queste tecnologie.

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti

M.2 NVME vs SSD SATA vs HDD – Quale scegliere e perchè

Al momento di creare la configurazione del proprio PC da gaming, o in fase di aggiornamento di alcuni componenti, è opportuno valutare con molta attenzione …

PC Gaming 500-550 euro: Migliori configurazioni Intel e AMD | Marzo 2021

Un PC Gaming da 500 euro è il modo più economico per entrare bene nel gaming su PC, certo con un budget del genere non …

Ryzen 7 3700x vs i7-9700K: Qual è il migliore? – Prestazioni a confronto

È oramai da alcuni anni che AMD ha iniziato a recuperare il distacco con Intel, mettendo sul mercato dei processori competitivi sia sul lato prestazionale …

Hai domande o vuoi una build personalizzata? Contattaci