Nvidia GTX 1070, analisi caratteristiche tecniche

Dopo aver debuttato con la potente GP104-400, alias 1080, scheda top dedicata agli appassionati, Nvidia lancia la sua punta di diamante, dedicata ad un’utenza che vuole il top ma...




Dopo aver debuttato con la potente GP104-400, alias 1080, scheda top dedicata agli appassionati, Nvidia lancia la sua punta di diamante, dedicata ad un’utenza che vuole il top ma con un’occhio al portafoglio.

La GTX 1080 come già discusso in precedenza, utilizza completamente lo schema full del GP104, un concentrato di potenza che vanta ben 2560 cuda cores, ben 64 rop’s, 160 TMU e le nuove memorie ddr5x micron con data rate 10 gb/s.
NVIDIA Pascal - Analisi tecnica 5

Riguardo l’architettura dettagliata su Pascal GP100 e GP104 potete consultare la nostra analisi tecnica.

NVIDIA Pascal – Analisi tecnica

GTX 1070 GP104-200

Dopo aver abbondantemente parlato del chip enthusiast, passiamo alla potente GTX 1070, scheda costruita con il core della 1080, basato sui 16 nanometri di TSMC 16 plus e con un core di 314 mm^2
1070-block

Per accontentare tutti, Nvidia ha dovuto rivedere lo schema, purtroppo decurtando alcuni stadi moltiplicatori come cuda cores, TMU e Polymorph engine.

La 1070, lavora quindi su ben 15 SMM (stream multiprocessor), 1920 cuda cores, 120 TMU (ricordiamo che ogni SMM integra 8 TMU predisposte su 4 warp scheduler-D.U.) e 64 rop’s.

Ogni SMM tramite le SFU elabora 4 pixel (4 rop’s), per un totale di 60, ma Nvidia deve fare i conti con i raster engine sino a 16 pixel.
Con un GPC spento, la 1070 deve escludere anche 5 polymorph engine, e la potenza geometrica scende a 8900g/tris/secondo.

Grazie ai sorprendenti transistor, Nvidia, come avete potuto leggere sulla nostra recensione, è un concentrato di potenza, capace di superare (seppur di poco) la Titan x, ex top. di gamma prodotta con i 28 nanometri HPM di TSMC.

Non mancano però le novità, infatti per la 1070 Nvidia ha utilizzato le migliori memorie disponibili sul mercato, le nuove Samsung K4G80325FB-HC25, capaci di operare a ben 8ghz e garantendo ben 256gb/s..

Come molti avranno notato, la banda è scesa per via dei 256bit, ma Nvidia ha pensato bene di implementare la compressione delta color, ora anche in 2:1.
IMG0050475

Come potete vedere dallo screen, la 1070 (ed anche la 1080) arriva a picchi del 20%, andando a colmare quasi del tutto, il più grande bus del full Maxwell (chip gigante da ben 600mm^2)
IMG0050476

Internamente la 1070 si presenta così:
front

Quattro fasi R22 (nano henry) e relativo mosfet primario e di potenza, più un R33 per le memorie, coadiuvato da ben quattro mosfet di potenza e un mosfet a stadio.
Tutti i mosfet sono da ben 49A, e malgrado la parte elettrica abbia fatto discutere gli appassionati, questa è ben più che sufficiente ad alimentare la scheda anche in situazioni di overvolt.
I mosfet già utilizzati su motherboards top di gamma come la Asus x99 deluxe sono targati Onsemi.

Il regolatore di tensione è l’ottimo uP 9511P, già visto con soluzioni custom come la potentissima Gigabyte GTX 980 e 980ti.

 

Considerazione finale

La 1070 tecnicamente è stata un tantino decurtata, ma come provato in review, si dimostra una scheda, fantastica, consumi minimi, prestazioni sopra l’ammiraglia Titan X e con ben 8gb di memoria, adatta per le risoluzioni sopra il 1080p.
La VGA, grazie ad un clock di 1800, riesce a garantire 60fps granitici sui 2560×1440 ed è capace di lavorare degnamente ad una grossa risoluzione di 4k.

 
Categorie
Speciali

ALTRI CONTENUTI