Generalmente l’uscita di nuovi driver per la propria scheda video non è mai vista come un evento speciale, in quanto è piuttosto comune che i produttori di GPU li rilascino a cadenza pressoché regolare. Ma i nuovi driver Nvidia sono una eccezione.

I nuovi driver 436.02, infatti, promettono grandi miglioramenti nelle prestazioni di certi giochi, così come sono incluse nuove funzionalità per migliorare e personalizzare l’esperienza utente.

Cominciando dalle prestazioni, i driver promettono di migliorare quelle di cinque titoli particolari: Apex Legends, Battlefield 5, Forza Horizon 4, Strange Brigade e World War Z. Come si può vedere dal grafico sottostante, il miglioramento con le ultime GPU firmate Nvidia della serie RTX, i miglioramenti toccano persino il 23% di fps in più rispetto alle precedenti versioni dei driver.

Ma la parte più interessante di questi driver sono le nuove funzionalità in più, tra cui una nuova modalità “ultra-low latency” e “GPU Integer scaling”.

La prima di esse, la modalità ultra-low latency, come spiega Nvidia stessa, elimina gran parte dei frame nella coda di rendering, permettendo alla GPU di ottenere i frame necessari al rendering proprio un attimo prima del momento del bisogno, riducendo fino al 33% la latenza e migliorando così il tempo di risposta.

Stando sempre a Nvidia, questo escamotage funziona meglio con i titoli che sono limitati dalla GPU, con un framerate che sta tra i 60 e i 100fps, e con quelli che sfruttano le DirectX 9 e 11. Con le DX12 e le Vulkan la questione è un po’ diversa, in quanto è il gioco stesso che decide quando mettere in coda il frame.

La GPU Integer Scaling è invece una funzionalità, al momento esclusiva delle GPU Turing (ma è difficile che uscirà per altre architetture), che permette di mantenere i dettagli dei titoli in pixel-art all’aumentare della risoluzione.

L’immagine in basso mostra i dettagli di un titolo in pixel-art alla risoluzione di 4K. In quella a sinistra viene usata la normale tecnica di scaling, mentre in quello a destra viene usato il nuovo Integer Scaling. Una differenza alquanto notevole.

Dulcis in fondo è arrivato il supporto ai colori 30-bit, feature richiesta da molti e utilizzata in parecchie applicazioni non videoludiche, come Adobe Photoshop, Adobe Premiere Pro, Autodesk RV, Colorfront Transkoder, e altri ancora.

Non manca nemmeno l’arrivo della compatibilità di nuovi monitor G-Sync. In particoalre dei modelli Asus VG27A e Acer CP3271 e XB273K GP.

I nuovi driver, chiamati anche Gamescom Game Ready Driver, sono disponibili da scaricare attraverso il vostro GeForce Experience.