In una intervista con GamesIndustry, il CEO di Rockfish, Michael Schade, ha affermato che non prenderà alcun accordo di esclusività con Epic. Ciò significa che Everspace 2 su Steam è, e lì rimarrà.

Schade ha spiegato che la propria azienda ha avuto una certa discussione con Epic, la quale evidentemente ha cercato di acquistare i diritti di esclusività del gioco per almeno un anno come da quasi ormai un anno sta facendo, ma per il CEO evidentemente l’offerta non era abbastanza allettante.

Il motivo del rifiuto è abbastanza semplice invero: il CEO ha infatti affermato che nonostante senza Epic Rockfish ed Everspace non esisterebbero, lo stesso varrebbe nei riguardi di Steam. E dato che la maggior parte della fanbase si trova proprio sulla piattaforma di Valve, prendere questo tipo di accordi rischierebbe dunque di scontentare la maggior parte di chi ha reso possibile lo sviluppo del sequel.

Non solo, ma allo stato attuale Steam offre agli sviluppatori tool a loro dire fondamentali per la buona riuscita del progetto, in particolare per quando sarà il momento di pubblicare il gioco in Accesso Anticipato, come i forum con la possibilità di pubblicare feedback giudicati da loro vitali, l’infrastruttura, la possibilità di fare update continui, e così via, motivo per cui Schade ha poi elogiato Steam, definendola la più completa e con la miglior community.

Schade ha inoltre ricordato che dal 2 ottobre verrà anche lanciata la campagna Kickstarter di Everspace 2 che darà l’opportunità al proprio team di ottenere fondi extra. Non solo, ma per chiunque lo finanzi, otterrà a fine campagna una demo del gioco della durata di due ore.