CD Projekt RED, durante la proiezione della demo gameplay a porte chiuse tenuta durante l’E3 2019, ha diramato nuove informazioni relative a Cyberpunk 2077. Una di queste, e che farà felici i fan, è che il gioco potrà essere completato senza uccidere nessuno.

L’anno prima, CD Projekt RED aveva specificato invece che il gioco, in alcune parti, forzava l’uccisione di alcune persone, ma a quanto pare i fan hanno chiesto a gran voce che ci fossero delle scelte, e così sono stati accontentati.

Come raccontato da Paweł Sasko, lead quest designer, quasi ogni arma e ogni potere cibernetico ha un’alternativa o una modalità di fuoco non-letale. Quasi, perché come racconta Sasko stesso, armi come ad esempio i lanciarazzi non hanno questa alternativa.

Ma nei restanti casi, il gioco darà possibilità di fare le classiche cose che permettono di sbarazzarsi dei nemici senza ucciderli, come farli svenire, addormentarli, strangolarli fino a far perdere loro i sensi, e così via. Sarà anche possibile utilizzare l’ambiente per facilitare questa operazione.

Uno degli atterramenti mostrati, consisteva nel buttare un povero malcapitato svenuto dentro uno scivolo dei rifiuti, in modo da nascondere il corpo e impedire agli altri di essere trovato.

Tra i poteri cibernetici e disponibili alla portata delle nostre dita, spiccano la capacità di spegnere telecamere, caricare malware negli impianti dei nemici, hackerare oggetti ambientali che possono essere connessi alla rete, e ottenere così un vantaggio, come ad esempio la possibilità di sfruttare un distributore di bibite per fargli sputare fuori le lattine e attirare i nemici.

Ricordiamo che Cyberpunk 2077 uscirà il 16 aprile 2020, salvo eventuali ritardi!