I codici sorgente di Windows XP e Windows Server 2003 sono stati fatti trapelare online

Pare che Microsoft sia stata vittima di un leak a proposito dei suoi sistemi operativi Windows e che ne siano stati resi pubblici i codici sorgente. The Verge ha analizzato il materiale in questione, e ha concluso che in effetti è tutto genuino e autentico. Un portavoce di Microsoft ha affermato che indagherà sull’accaduto.

Il leak è formato da un file di 42,9GB presente su Torrent che comprenderebbe svariati sistemi operativi firmati Microsoft, tra cui Windows XP e Windows Server 2003, ma sono compresi anche Windows 2000, Embedded (C£ 3, CE 4, CE 5, CE 7), Windows NT (3.5 e 4), il sistema operativo della prima Xbox, MS-DOS (3.30 e 6) e svariati componenti di Windows 10.

Il leak è stato presentato dapprima su 4chan, ma il leaker ha affermato che il codice sorgente di Windows XP circolava già da anni nei canali pirata, solo adesso è stato reso pubblico.

Per chi non lo sapesse, il codice sorgente di un programma è un elenco umanamente leggibile di tutte le sue istruzioni. Quando un codice sorgente viene compilato, diventa un eseguibile che non è più possibile modificare o sapere come funziona in alcun modo, e solo con l’ingegneria inversa è possibile cercare di capire come siano formate queste istruzioni.

Per quanto Windows XP e Windows Server 2003 siano sistemi operativi vetusti e non più aggiornati (l’unica eccezione, un aggiornamento rilasciato nel 2017 a causa dell’attacco malware WannaCry), Windows 10 ancora possiede codice tratti da questi sistemi. Ciò significa che malintenzionati potrebbero mettere mano su questi codici sorgente, analizzarli, e sfruttare vulnerabilità che ancora oggi esistono nelle versioni più recenti.

Certo, magari potrebbero essere usati per sistemare alcuni bug che ancora oggi infestano Windows, ma purtroppo la vediamo alquanto dura. In ogni caso, il nostro consiglio è di evitare di cercare questi file. Data l’importanza che hanno, il torrent corrispondente potrebbe essere già stato modificato da malintenzionati in modo da contenere al loro interno virus, malware o programmi per criptominare di nascosto.

I codici sorgente di Windows XP e Windows Server 2003 sono stati fatti trapelare online

Cosa ne pensi? Condividi e commenta

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Potrebbero Interessarti

Hai domande o vuoi una build personalizzata? Contattaci