L’ultimo capitolo di Deus Ex, Mankind Divided, seppure fosse un gran gioco, per tutta una serie di motivi più o meno validi, non è riuscito a diventare un grande hit ma piuttosto un buco nell’acqua.

Con l’annuncio che Eidos Montreal stava lavorando al prossimo Shadow of the Tomb Raider, i fan si sono comunque preoccupati che la saga di Deus Ex fosse dunque arrivato al capolinea, quando avrebbe meritato un sequel che rispondesse almeno alle domande lasciate volutamente aperte.

Ma David Anfossi, il numero uno della software house, ha cercato di rassicurare i fan, spiegando al momento che il team è piuttosto occupato su ben tre progetti, il Tomb Raider sopracitato, un gioco de The Avengers, e un terzo progetto a quanto pare non ancora annunciato (i cui rumor affermano che si tratti qualcosa riguardo Guardians of the Galaxy), per cui tempo e personale per sviluppare Deus Ex non ce ne sono. E ha aggiunto esplicitamente che il franchise non è morto.

E a proposito di Thief, se qualcuno se lo stesse chiedendo, purtroppo Anfossi ha detto che non ci sono piani in proposito per questa IP.

deus ex mankind divided non morto1 - Il boss di Eidos Montreal rassicura: Deus Ex non è morto

 

 

Il boss di Eidos Montreal rassicura: Deus Ex non è morto
Valuta articolo