Il reveal di Battlefield 5 avvenuto ieri ha lasciamo molti senza parole, tuttavia, che siate delusi o stupiti di ciò che è stato presentato, c’è almeno una notizia per cui non si può essere almeno contenti.

EA, probabilmente dopo lo scandalo delle loot-box di Star Wars Battlefront 2, ha rivelato a Kotaku che le famigerate casse premio non troveranno spazio in Battlefield 5.

Ma non finisce qui, perché EA ha anche deciso di non implementare alcun Premium Pass, o Season Pass a dir si voglia, ciò significa che tutti gli update inerenti al gameplay saranno gratuiti per tutti i giocatori, in forma di stagioni con nuovi eventi e nuove mappe. Il primo di questi update è previsto per novembre, e ce ne saranno per tutto il 2019.

Dov’è la fregatura? In realtà, niente di così imprevedibile, EA implementerà infatti le microtransazioni estetiche (ma niente meccaniche pay-to-win), speriamo però che esse non trasformino un campo di battaglia della Seconda Guerra Mondiale in una passerella di moda di dubbio gusto.

Ricordiamo che Battlefield 5 uscirà in tutto il mondo il 19 ottobre.

battlefield v loot box1 - Battlefield 5 dice no a Premium Pass e Loot Box

Battlefield 5 dice no a Premium Pass e Loot Box
3 (60%) 1 vote