È finalmente arrivata l’ultima fatica di Sanzaru Games e Oculus Studios. Indossando il proprio Oculus Rift S, ci si troverà immersi in un paesaggio fantastico, mai visto prima.

Pronti via e comparirà Tyr, il Dio della guerra della mitologia norrena, che emergendo dall’acqua sovrasterà i giocatori nella loro forma mortale lasciandoli impietriti.

Annunciato a febbraio di quest’anno, Asgard’s Wrath è in fase di sviluppo da circa tre anni. “Avevamo appena terminato TRON RUN/r e stavamo iniziando a lavorare su VR Sports Challenge e Ripcoil per Rift”, ricorda Mat Kraemer, Direttore Creativo di Sanzaru Games. “Ricordo ancora di aver parlato con Oculus del concetto del gioco e di aver messo insieme alcuni piccoli scarabocchi e idee dopo quell’incontro. È pazzesco pensare che siamo qui tre anni dopo con un RPG d’azione in VR come questo”.

“E’ difficile credere che il gioco sia finalmente disponibile per tutti”, concorda il lead designer Grace Morales Lingad. “Uno dei miei ricordi preferiti è stato quando stavamo lavorando al Bifrost, il prologo del gioco. Fino a quel momento avevamo già lavorato alla parte centrale del gioco, quindi il prologo è stato realizzato molto più tardi. Quando abbiamo unito tutte le parti di Asgard’s Wrath – le immagini, le musiche, tutto – e lo abbiamo provato per la prima volta in VR è stato emozionante. E non parlo solo per me: molti altri componenti del team di lavoro hanno avuto lo stesso impatto. Quando si attraversa il Bifrost, sembra di iniziare un viaggio, ma a Sanzaru, questo viaggio è iniziato anni fa. È una testimonianza del duro lavoro che tutti hanno messo in questo progetto”.