Durante l’incontro con gli investitori, AMD ha ribadito la propria posizione su Spectre e Meltdown, riconfermando che i loro processori sono immuni a queste due falle. Nelle future architetture a partire da Zen 2, AMD ha confermato di aver apportato modifiche hardware ai propri core design per affrontare potenziali exploit tipo Spectre.

L’imminente architettura Zen + 12nm di AMD sarà in in vendita a partire da aprile con patch a livello di microcodice per l’exploit, mentre i processori Zen 2 arriveranno solamente nel 2019.

Di seguito la dichiarazione del CEO di AMD, Lisa Su, in merito a Spectre:

Per la variante 1 di Spectre, continuiamo a lavorare attivamente con i nostri partner, continuiamo a credere che la variante 2 di Spectre sia difficile da sfruttare sui processori AMD. Tuttavia, stiamo implementando pacchetti di microcodice per le CPU che, in combinazione con le patch del sistema operativo, forniscono ulteriori livelli di sicurezza.

A lungo termine, abbiamo incluso dei cambiamenti nei nostri futuri core, a partire dal design Zen 2, per affrontare ulteriormente potenziali exploit tipo Spectre. Continuiamo a collaborare strettamente con il settore su queste vulnerabilità e ci impegniamo a proteggere gli utenti AMD su questi e altre minacce alla sicurezza.

L’architettura AMD Zen 2 è progettata per resistere a Spectre e Meltdown
Valuta articolo